fbpx

Satin: “La partenza di Hamsik ha toccato lo spogliatoio”

Castel Volturno napoli

Satin: “La partenza di Hamsik ha toccato lo spogliatoio. Pioli? Bene i giovani, ma…”

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione in onda su Radio CRC, è intervenuto Bruno Satin, agente di Malcuit e Pioli.

Queste le sue parole:

“Sarò a Firenze? No sono in Africa. Sto guardando la Coppa d’Africa under 20 e non riuscirò a vedere questa bella partita. Fiorentina-Napoli gara spettacolare? Credo che con il grande risultato in Coppa contro la Roma sono tutti coscienti di poter fare grandi cose a livello offensivo.

Non credo che sarà una partita bloccata. Prevedo una gara aperta. Che cosa significa per il Napoli perdere Hamsik? È stato un giocatore importantissimo a livello di gioco, gol e anche per il fatto che è da tanti anni il capitano.

Parliamo di un giocatore importante anche nella storia del club. Dopo aver iniziato al Brescia è cresciuto tanto, ha avuto richieste importanti e alla fine è sempre rimasto a Napoli e quindi stiamo parlando di un giocatore top che ha dato il meglio tanti anni a Napoli. Invece non mi preoccupa il fatto che vada via perché adesso c’è una rosa a disposizione di top livello. Una rosa davvero molto forte. Il mister ha già sperimentato con un turn over importante negli ultimi mesi e non dubito che possa trovare la formula giusta per sostituirlo.

Cosa mi dice Malcuit? È una cosa che non sanno tutti, ma la spogliatoio del Napoli è molto unito. Ovviamente quando va via uno importante credo che il gruppo possa essere toccato. Non vivo lo spogliatoio e non conosco la situazione, ho scambiato solo un paio di Whatsapp con Malcuit. Statistiche positive per Malcuit? Fa piacere perché è arrivato in una squadra importante e dove c’era un terzino che ha giocato quasi sempre negli ultimi tre anni e ha dovuto dare subito il massimo.

Doveva convincere il mister e l’ha convinto. Ora deve confermarsi e sperare anche in un posto per la nazionale di Deschamps. Pioli? Sta facendo un certo tipo di lavoro. A lui piace sviluppare giovani talenti, ma solo con i giovani di talento non si vince nulla. Servirebbe qualcuno di maggiore esperienza ”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.