fbpx

De Laurentiis blinda Insigne, sediolini del San Paolo e plusvalenze a Radio Crc

Insigne

Landoni: De Laurentiis l’ho visto tonico. Ha detto tante cose; ha parlato di Insigne bloccandolo ma poi, con una frase alla Lotito ha fatto capire che se dovesse arrivare un’offerta interessante potrebbe cambiare qualcosa”

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione in onda su Radio CRC,  sono intervenuti giornalisti ed opinionisti per parlare del Napoli, di Insigne, di plusvalenze e di altro.

Questi i loro interventi riportati da casanapoli.net:

Carlo Landoni: “Salisburgo-Napoli: rischia di non giocare Fabian Rui.  De Laurentiis blinda Insigne ma se dovesse arrivare un’offerta shock ”
Carlo Landoni, SportMediaset: “Nelle ultime ore sorge un dubbio per Fabian Rui che ieri in allenamento ha subito una botta ed ha abbandonato l’allenamento. Se non dovesse farcela giocherà Diawara.

Ho la sensazione che prevarrà il buon senso e la precauzione. Il Napoli deve pensare alla partita e ad imporre il suo gioco. De Laurentiis l’ho visto tonico.

Ha detto tante cose; ha parlato di Insigne bloccandolo ma poi, con una frase alla Lotito ha fatto capire che se dovesse arrivare un’offerta interessante potrebbe cambiare qualcosa”.

Giovanni Capuano: “Le plusvalenze sono diventate il core business delle società. Il modello gestionale Juventus va studiato e copiato”
Giovanni Capuano, Radio24: “L’attività delle plusvalenze rientra nel core business delle società, In Italia lo si sta utilizzando per tenere in equilibrio i conti.

Ci sono altre spie come scambi o altre specificità come iscriversi al campionato. Oggi, non esiste nessun parametro che può decretare la validità e la regolarità delle plusvalenze.

Il Napoli, negli anni scorsi, ha fatto ricorso alle plusvalenze con Cavani e Lavezzi  per progetti interessanti. La Federcalcio ha bisogno di creare una serie di interventi normativi affinchè le plusvalenze non droghino il sistema.

Prima era uno strumento usato solo dalle provinciali mentre oggi, sono i grandi club ad usarli maggiormente. Il Napoli se vuole crescere deve avere una visione nuova con l’idea di indebitarsi in modo pulito, cioè investendo.

Deve investire su un modello meno padronale. Per fare tutte queste cose deve immaginarsi un sistema differente. Ad esempio, Cairo ha ammesso che probabilmente il modello gestionale Juventus andava studiato e laddove possibile copiato. Si deve uscire dalla questione stadio”.

Gianluca Agata: “Sfumature di azzurro per l’anello superiore del San Paolo, multicolor per l’anello inferiore. A meno 100 giorni dalle Universiadi manca la formazione dei volontari”

Gianluca Agata, Il Mattino: “Sulla questione sediolini del San Paolo si è trovata un’intesa con l’anello superiore in azzurro mentre l’inferiore avrà dai sei agli otto colori come la Dacia Arena.

Queste due esigenze sono state al centro del tavolo di due giorni fa dove De Laurentiis se n’è andato agitato. Siamo a meno 100 giorni dalle Universiadi  e manca la formazione dei volontari ma soprattutto in città non sin sente l’avvicinarsi dell’evento. Si parla più del colore dei siediolini che dell’evento in sè”.

Massimo Antonelli: “Tam Tam Basketball: un microcosmo di ragazzi africani che fanno sport e s’incontrano”
Massimo Antonelli, coach tam tam basketball: “Progetto che accoglie i ragazzi della comunità africana di Castevolturno. C’è un microcosmo africano; questi ragazzi non potevano permettersi di fare sport e abbiamo deciso di andare a coprire un vuoto sociale per farli crescere e formare.

Sono ragazzi che vanno a scuola e poi, si perdono sul litorale di Castelvolturno. Sono isolati tra loro ed ecco che il basket ha fatto si che potessero fare sport ed incontrarsi. Il music basketball method che usa la musica per insegnare i fondamentali del basket. Insieme alla Federico

II faremo uno studio su quanto la musica influisce nelle attività motorie. Tutto ciò che facciamo è completamente gratuito e li tuteliamo a livello sanitario  accompagnandoli personalmente. La norma salva Tam Tam consiste nel  poter far giocare questi ragazzi affinchè ogni cittadino minorenne straniero sia considerato senza nessuna etichetta nello sport”.

Umberto Chiariello: “Fuori i secondi”
Umberto Chiariello: “Il turno di Coppa di Champions si potrebbe intitolare Il ribaltone perchè Liverpool, Ajax e Manchester United chiudono un cerchio. Anche in Europa League sono accadute cose stupefacenti. Fuori i secondi e domani vorremmo dire che il Napoli non ha fallito. Carlo Ancelotti portaci la qualificazione“.

Francesco Repice:”Milik deve giocare sempre”
Francesco Repice, Radio RAI: “Credo che tutto sommato quest’anno ci siamo un paio di formazioni che abbiano accusato il colpo. Sono successe un po’ di cose particolari e strane.

L’Inter non è il Napoli e credo che Spalletti tra Icardi, il derby che sta per arrivare si trovi in un mare abbastanza agitati. Ci sono tanti infortunati e l’Inter dovrà ricorrere a forze extra. Per me Milik deve giocare sempre; non sono per gli attacchi leggeri ma lui deve essere messo davanti la porta con Insigne o Mertens. Per me i giocatori forti devono giocare insieme. Oggi conta la fisicità più che i piedi”.

Ciro Troise: “Fabian Ruiz in dubbio ma ne sapremo di più nel pomeriggio”
Ciro Troise, Corriere del Mezzogiorno:”Nel ritiro del Napoli c’è ottimismo per Fabian Ruiz ma con Ancelotti se non sei al100% non giochi. Il dubbio si risolverà oggi pomeriggio con un test. Ieri ha provato di tutto in campo ma perchè l’allenamento era aperto alla stampa; ci voleva confondere un po’.

Per Luperto è una notte importante ma ha dimostrato di poterci stare in questo contesto. Farà la sua partita in base alle sue doti e capacità. Nonostante le parole di Ancelotti di ieri, ho sempre pensato che Insigne giochi stasera perchè non c’è nessuno come lui che possa allungarsi e creare profondità”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.