fbpx

Sibilia, Damiani e Bianchi a Radio Marte su Veretout ed il Napoli

Jordan Veretout

Damiani: Barella e Veretout sono due calciatori diversi, il primo ha personalità e si fa sentire in campo, si inserisce bene mentre il secondo lo prendi ad un prezzo inferiore

Sibilia, Damiani e Bianchi sono intervenuti a Radio Marte -nel corso del programma Marte Sport Live- per parlare di Veretout, nel mirino del Napoli secondo alcuni rumors di mercato, della squadra azzurra, della Nazionale e di altro.

Questi i loro interventi riportati da casanapoli.net:

Sibilia: “L’Italia al San Paolo? Se lo stadio è all’altezza, giocheremo il match con la Grecia ad ottobre”

Cosimo Sibilia: “Dovevamo ricominciare dopo l’eliminazione dei Mondiali e la Nazionale italiana ha risposto bene. L’Italia è fatta di tanti giovani e questo ci fa ben sperare anche perché è arrivato il risultato, un pizzico di bel gioco ed anche una forte personalità dei giovani. 

Idea San Paolo per una gara della nazionale? E’  una proposta di un campano presente nella Federcalcio, il sottoscritto, quella di riportare la nazionale a Napoli. Le Universiadi dovranno portare il San Paolo ad essere nelle condizioni di ospitare una gara internazionale perché servono requisiti essenziali e se ci saranno ad ottobre giocheremo con la Grecia al San Paolo.

Ci sono possibilità concrete, ma molto dipenderà dalla struttura.  Ho sempre provato a fare il bene del territorio e del Sud anche in campo nazionale e la cosa importante è lavorare in sinergia e collaboro. Giocare qualche partita in Cina? Ieri nell’incontro col ministro della comunicazione cinese c’erano Lotito e De Laurentiis e ci siamo anche divertiti”.

Damiani: “Mi piace il nuovo corso dell’Italia. Veretout? Si inserisce bene e ha un costo inferiore rispetto a Barella”

Oscar Damiani: “I giovani di oggi vanno in campo tranquilli e non sentono la pressione. La prestazione dell’Italia è stata all’altezza e i calciatori utilizzati sono giovani ma anche di qualità. La mentalità dell’Italia è quella giusta, lo staff tecnico è di livello, ma non mi esalterei per la vittoria con la Finlandia.

C’è ancora da lavorare e fa bene Mancini a tenere tutti calmi e tranquilli. Barella e Veretout sono due calciatori diversi, il primo ha personalità e si fa sentire in campo, si inserisce bene mentre il secondo lo prendi ad un prezzo inferiore”.

Bianchi: “Il Napoli ha il secondo posto in cassaforte e può dedicarsi all’Europa League: neanche l’Arsenal può permetterselo”

Ottavio Bianchi: “La  Nazionale italiana mi è piaciuta, ma voglio sottolineare che i giovani di valore ci sono in Italia, peccato che giochino poco nelle nostre squadre. Nel Napoli ad esempio gioca solo Insigne e nelle squadre che dominano ci sono sempre meno italiani.  In Argentina si vive di calcio, tutti lo seguono. Messi necessita di un supporto particolare della squadra.  

Roma-Napoli? Quando si affrontano queste due squadre, mi viene in mente quella gara in cui Pesaola era allenatore e Fiore presidente e prima del match, coniò una medaglia in cui c’era il ciuccio che segnava 2 gol e la partita, pensate un po’, finì 2-0.  

Il Napoli è fuori da tutto in campionato, ha il secondo posto in cassaforte e per questo tutte le attenzioni le dedicherà all’Europa League anche perché è la squadra più attrezzata. Poche squadre possono pensare solo al campionato, persino l’Arsenal non può mollare l’Europa League. L’unica pecca della stagione azzurra è stata quella di aver perso subito contatto dalla Juventus”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *