fbpx

La Roma sulle tracce del Napoli che fu

La Roma vuole riportare in Italia Sarri e Higuain, simboli di un Napoli del passato

Ci fu un tempo, nemmeno troppo lontano, stagione 2015-2016, Sarri e Higuain al Napoli, uno in panchina, l’altro in campo.

Sembra passato un secolo e invece sono passati solo pochi anni, Sarri incantava l’Italia e l’Europa con il suo gioco spettacolare mentre Higuain faceva il record di gol nel campionato di serie A (36).

Adesso si sono entrambi ritrovati da poco a Londra, sponda Chelsea, ma la magia sembra non essere la stessa.

Entrambi in difficoltà, Sarri a rischio costante di esonero, Higuain che proprio non riesce ad inserirsi in un campionato, la Premier, a lungo inseguita.

C’è però chi ancora è pronto a scommettere su di loro, non a Napoli ovviamente, capitolo chiuso ormai per entrambi, ma sempre in Italia, un po più a nord, sponda giallorossa del Tevere.

La Roma sta cercando disperatamente di risollevare le sorti di una stagione che sembra avviata verso il fallimento, ha da poco esonerato un allenatore, Di Francesco, che appena pochi mesi fa l’aveva portata alle semifinali di Champions.

Ha richiamato in panchina Ranieri, uno di casa nell’ambiante giallorosso ma si sta già pensando al futuro.

Da qui l’idea di ripartire dal duo Sarri-Higuain che tanto bene aveva fatto a Napoli.

A Giugno, se il Chelsea non sarà riuscito a centrare quantomeno la qualificazione in Champions, potrebbe arrivare l’esonero in panchina per sarri e a quel punto automaticamente verrebbe meno l’unico vero sponsor di Higuain a Stanford Bridge.

L’ipotesi dunque di rivedere in Italia ancora insieme, a Roma, sia Sarri che Higuain non è poi cosi remota, ci sta pensando seriamente il presidente Pallotta.

Sicuramente a Napoli farà piacere rivedere Sarri, un po meno Higuain che aveva scelto la Juve proprio alla fine di quella stagione, ma non ci saranno rimpianti, quelli no, a Napoli adesso c’è Carlo Ancelotti che in passato aveva vestito la maglia giallorossa da calciatore, intrecci che solo il mercato sa proporre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 3 =