fbpx

Napoli, Meret stavolta stecca ma con l’Arsenal serve di nuovo fenomeno

Prova non proprio brillante ieri di Meret all’Olimpico di Roma.

 

Diciamo subito una cosa, ci sta! Meret ieri è stato autore di una prova non certo brillante all’Olimpico.

Il risultato finale non è stato messo in discussione ma certamente l’uscita su Schick è stato un errore grave.

Anche i quotidiani in edicola bocciano la prestazione del giovanissimo portiere azzurro ma ripetiamo che ci può stare.

In un percorso di crescita che ha visto catapultare un ragazzo ventenne da una piazza di provincia come Udine verso una big come Napoli, errori come quello di ieri sono quasi inevitabili.

Nessuno può pensare che Meret non possa commettere errori, nonostante abbia già deliziato tutti e abituato bene con le sue prestazione monstre.

Proprio il giorno prima a Marassi, nella gara contro la Samp, il suo collega Donnarumma, aveva concesso un clamoroso regalo alla Samp, con una papera che aveva mandato in gol Defrel.

Entrambi sono considerati da tutti il futuro della Nazionale azzurra e chiunque li abbia visti giocare è convinto che per almeno i prossimi 10 anni, saranno loro due a lottare per una maglia da titolare in Nazionale.

Il portiere del Napoli ha cominciato quest’anno un percorso di crescita che slavo l’infortunio iniziale nel ritiro, lo ha visto pian piano crescere sempre di più.

Meglio quindi che certi errori siano stati commessi ieri quando il risultato finale non ne ha risentito.

Con l’Arsenal in Europa servirà di nuovo il Meret formato Salisburgo, quando con due prestazione superlative all’andata e al ritorno aveva chiuso la porta in faccia agli avanti austriaci in più occasioni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 − 7 =