Bruscolotti: “Napoli, Insigne, un capitano non va sostituito in quel modo dopo un goal sbagliato”

Bruscolotti

Bruscolotti: non si possono scaricare solo su Insigne le colpe della squadra. Andava gestito diversamente invece di essere dato “in pasto” ai tifosi

Maracanà, nel pomeriggio di MC Sport, è intervenuto l’ex capitano del Napoli Giuseppe Bruscolotti, per parlare dell’uscita dall’Europa League della squadra azzurra.

Queste le sue parole:

Sulla partita con l’Arsenal

“Me l’aspettavo diversa. La squadra doveva dare qualcosa in più. In due occasioni ha sprecato, poi c’è stata l’incertezza del portiere ed è finita la gara. Se si fosse fatto gol, la gare poteva prendere una piega diversa e il pubblico si sarebbe caricato.

Ma il calcio è questo, devi sbagliare il meno possibile e concretizzare le occasioni che ti capitano. Centrocampo? Si è persa lì la gara all’andata, dove hanno subito molto. Non è la squadra vista prima della sosta di Natale.

Si è trovato con giocatori in meno, Hamsik poi era un uomo di qualità. Poi è calato anche Insigne. Allan? Se non stanno a mille, certi giocatori non li vedi proprio”.

Su Insigne

“Non si possono scaricare solo su di lui le colpe della squadra. Un capitano non può essere sostituito così dopo il gol sbagliato. Andava gestito diversamente invece di essere dato “in pasto” ai tifosi. Determinati trattamenti vanno gestiti bene, o si rompono i rapporti”.

Sul mercato del Napoli

“Serve un programma ben preciso, credo che da uomo esperto Ancelotti conoscesse il gruppo. Comunque ci sono responsabilità di tutti per quello che non è andato”. Conclude Bruscolotti.

🖨

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI