fbpx

Esposito, Marques, Bergonzi e Pisacane a Radio Marte su Tutino, Allan, Napoli ed altro

Allan Napoli

Marques: Allan? E’ tutto in stand by. Non credo che arriverà un’altra offerta al Napoli da 80 milioni e devo dire che a quelle cifre l’avrei venduto. Quando arrivano certe offerte, una società deve vendere perchè a giugno non ci sarà un’altra società disposta a spendere quella cifra

A Radio Marte, nella trasmissione “Si gonfia la rete”, sono intervenuti Esposito, Marques, Bergonzi e Pisacane per parlare del Napoli, di Allan, Tutino e di altro.

Questi i loro interventi riportati da casanapoli.net:

Mauro Esposito, vice allenatore della della Primavera del Pescara:  “Mi piace lavorare con i giovani, vado avanti su questa strada, poi si vedrà. Udine è stata per me un’esperienza importante, giocare in serie A a 18 anni è stato bello, a Cagliari invece ho trascorso tanto tempo e mi è rimasta nel cuore.

Sono cresciuto a Pescara, ho fatto tutta la trafila del settore giovanile qui, oltre a 2 anni di serie B e quando ho smesso di giocare ho deciso di restare a vivere a Pescara ed oggi eccomi qui, a lavorare nella Primavera del Pescara.

Ricordo tutte le partite che ho giocato col Cagliari contro il Napoli, al San Paolo perdevamo spesso, ma tutte le gare sono state belle accese, anche per la rivalità delle tifoserie. Mi spiace che ancora oggi il Napoli non riesca a vincere qualcosa di importante, ma la società sta lavorando bene e prima o poi si toglierà qualche soddisfazione, se lo merita.

Barella non c’era quando giocavo al Cagliari, ma tutti gli addetti ai lavori ne parlano bene. E’ giovane, ma si sta già imponendo a grandi livelli e questo vuol dire che ha grandi prospettive future.

Sebastiani punta molto sul settore giovanile e lo dimostra con i fatti. Quest’anno abbiamo vinto il campionato Primavera 2 e l’obiettivo è portare i nostri giovani in prima squadra. Il nostro centravanti Borrelli è napoletano, è il capocannoniere dei gironi ed ha voglia di migliorarsi ed emergere. E’ già andato spesso i panchina in prima squadra e speriamo possa fare una bella carriera.

Insigne e Mertens sono più forti di me, loro stanno dimostrando di avere talento. Credo che Mertens mi somigli di più perchè Insigne è più rifinitore.

L’unico rammarico della mia carriera, oltre al Mondiale non giocato a causa dell’infortunio, è quello di non aver mai indossato la maglia del Napoli. Sono napoletano e giocare con l’azzurro è stato sempre il mio sogno e ci sono andato spesso vicino, ma non ho mai capito perchè non ci sono mai riuscito nonostante avessi sempre mostrato disponibilità. Continuo a tifare Napoli e spero un giorno di festeggiare qualcosa di importante”.

Anderson Marques: “Bruno Guimaraes sta facendo molto bene all’Atletico Paranaense. È già cittadino europeo perchè ha passaporto spagnolo ed è un vantaggio. E’ un mediano molto dinamico che calcia con tutti e due i piedi e mezza Europa è su di lui.

La Juve ha già fatto un sondaggio, anche l’Inter ha chiesto il prezzo. Loro chiedono 40 milioni, si può trattare, ma il ragazzo vale, è un ragazzo molto bravo e di prospettiva.

Allan? E’ tutto in stand by. Non credo che arriverà un’altra offerta al Napoli da 80 milioni e devo dire che a quelle cifre l’avrei venduto. Quando arrivano certe offerte, una società deve vendere perchè a giugno non ci sarà un’altra società disposta a spendere quella cifra”.

Mauro Bergonzi, ex arbitro: “Juventus-Torino ad Orsato? E’ un grande arbitro, sta facendo benissimo in Champions League e dirigere una gara così importante ci sta. In Europa League durante Eintracht-Benfica

aveva arbitrato bene, ma è stato sfortunato perchè senza Var e senza l’aiuto dell’assistente è caduto in errore. Lo sappiamo bene, Orsato lo scorso anno ha sbagliato, ma è passato un anno e dobbiamo andare avanti.

Nicchi o Rizzoli non diranno mai che un arbitro viene punito, ma poi nei comportamenti è come se lo dicessero. Non lo hanno messo in campo per un po’ perchè Orsato ha sbagliato e anche io in passato ho sbagliato ed ho avuto qualche domenica di riflessione. Poi però, ad un certo punto è corretto rimetterlo nella mischia. Orsato è un arbitro molto bravo, ha avuto una serata storta”.

Vincenzo Pisacane, agente tra gli altri di Tutino, Palmiero Ciciretti e D’Ambrosio:  “Tutino sta facendo benissimo, ieri ha segnato un gol spettacolare e spero sia solo il primo di una serie di reti bellissime. Palmiero e Tutino sono del Napoli, a Cosenza stanno maturando. Palmiero è cresciuto tantissimo, è molto forte, sa fare entrambe le fasi e l’assist di ieri è stato perfetto. Sono contento perchè si sta facendo valere.

Non sono d’accordo sulle critiche ad Insigne che ha sempre dimostrato di essere attaccato alla maglia. Non merita questi attacchi come persona e come giocatore. Non tira mai indietro la gamba e mi spiace che i tifosi si stiano accanendo. Il pubblico napoletano è intelligente, poi ogni calciatore è ambizioso e i tifosi devono essere solo felici di questo.

Il futuro di Tutino? Ho parlato con Giuntoli qualche settimana fa e ne parlo anche col ragazzo. Se deve restare a Napoli per giocare 3 o 4 partite è controproducente per la società e per il ragazzo per cui ne parleremo meglio col club. Salire di categoria credo sia giusto per Tutino e Palmiero.

Non so cosa accadrà all’Inter, a Icardi e a Spalletti. Posso dire che parliamo di un grandissimo attaccante ed un grandissimo allenatore. D’Ambrosio all’Inter parte ogni anno in sordina, poi però gioca l’80% delle partite per cui non teme la concorrenza”. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.