fbpx

Borriello a Radio Marte, pronti per la firma

campagna abbonamenti napoli

corso in una delle due curve (ANSA / CIRO FUSCO)

A Radio Marte, nel corso della trasmissione ‘Marte Sport Live’, è intervenuto Ciro Borriello, assessore allo sport del Comune di Napoli

Così Borriello ai microfoni di Radio Marte: “James mi piace, lo consigliai tempo fa perchè è un profilo da Napoli e poi qui potrebbe riscattarsi. Domani andrà in consiglio comunale la convenzione e questo documento tecnico ci porterà  alla firma. Il San Paolo è molto migliorato, risponde a tutte le normative di sicurezza e poi dovremo ragionare affinchè questo rapporto duri nel tempo, magari apportando anche delle migliorie all’impianto.
La nostra regola interna dell’Ente ci porta a dire che non si può firmare una nuova convenzione senza aver saldato il passato, ma ci sono tutti i presupposti per giungere alla concessione.
Non voglio anticipare nulla, ma se riusciamo, ci son tanti napoletani famosi che vogliono dare un contributo alla città per sensibilizzare l’educazione civica.
Gli impianti sono in concessione alle Universiadi”.

“La convenzione ha durata quinquennale: il Napoli potrà sfruttare altri spazi all’interno del San Paolo”

Ecco cosa annunciava riguardo la convenzione lo stesso assessore Borriello il 7 giugno, sempre ai microfoni di Marte Sport Live. “Parliamo di una convenzione importante. Adesso servirà il passaggio al Consiglio Comunale. Il canone è stato individuato pure in base ai lavori effettuati dal Napoli: l’importo è di 835mila euro. La società azzurra finora ha sfruttato lo stadio al 25% delle sue possibilità. La convenzione è su base quinquennale, più altri cinque. Ci saranno altri spazi concessi al Napoli e il club azzurro interverrà per migliorare ancora l’impianto. Siamo disponibili e aperti. Sarebbe bello che il Napoli organizzasse allenamenti allo stadio durante la settimana. I tempi? Vorremmo definire tutto per l’inizio del nuovo campionato. I lavori continuano senza sosta: per il momento in curva B non saranno messi tutti i sediolini perché sarà parte integrante della coreografia”.

 

Il Napoli potrà utilizzare alcune aree del San Paolo in maniera esclusiva, come spogliatoi, alcune salette e depositi ed un ufficio marketing.  Altre aree saranno utilizzate dalla società in occasione degli eventi sportivi. Il terreno di gioco sarà ad uso esclusivo della società dal 1° luglio fino al termine della stagione calcistica, con manutenzione straordinaria a carico e a cura del club. Il Comune potrà utilizzare anche il terreno di gioco per eventi, come ad esempio concerti, dal termine della stagione calcistica fino al 30 giugno. Nel corso dell’anno, inoltre, l’Ente potrà utilizzare la pista di atletica, sempre nel rispetto delle esigenze del calendario della stagione calcistica. I Ledwall da 120 metri quadrati  saranno utilizzati per le Universiadi e poi resteranno in eredità al calcio Napoli che potrà sfruttarli per far rivedere i gol al pubblico: finora al San Paolo non è mai successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.