fbpx

Sky smonta una inutile polemica: copertina speciale dedicata agli azzurri, per la questione dei diritti di immagine

Sky copertina

Sky finisce nell’occhio del ciclone per l’immagine di copertina che non ritrae giocatori del Napoli. Pronta la replica del direttore del direttore Federico Ferri che motiva le scelte dell’emittente satellitare.

L’emittente satellitare Sky finisce nell’occhio del ciclone per non aver inserito il Napoli ed il Milan nella copertina del nuovo campionato di serie A.  Piccatissimo il commento dell’avvocato Erich Grimaldi che dice:  “Tale assurda scelta commerciale, considerando l’assenza solo del Napoli, nella pubblicità copertina di Sky, fa comprendere l’atteggiamento ostativo dei poteri forti e, quindi, della televisione nazionale, nei confronti della SSC Napoli e della nostra città, comportamento che segue a quello discriminatorio della Juventus con la scelta, poi revocata ed allo stato rimasta impunità, di non vendere i biglietti ai nati in Campania. Non si può omettere l’immagine della squadra partenopea, da anni, oramai, ai vertici del campionato italiano e tra le poche rappresentanti dell’Italia in Champions League. Sky dovrà giustificare tale omissione ai tifosi napoletani, per evitare disdette e conseguenti azioni legali, per tale scelta discriminatoria”.

Sky copertina

L’incongruenza era stata fatta notare dal pubblicitario Maurizio Zaccone, tramite il proprio profilo Twitter. Infatti, Zaccone, con tweet polemico aveva segnalato il misfatto, sostenendo che il Napoli comunque era una squadra top del campionato italiano.

Di seguito il Tweet di Zaccone:

Preso d’assalto anche l’account Twitter del direttore Federico Ferri che, però. ha subito chiarito la posizione dell’emittente satellitare: “Il Napoli si meriterà molto presto una copertina dedicata, dal momento che per una questione di diritti utilizzeremo le immagini dei calciatori in maglia azzurra senza abbinamenti con altre immagini. Nessun altro motivo”

Subito smontata una inutile polemica e svelata anche la motivazione. Nessun complotto, dunque, nei confronti degli azzurri, ma semplicemente il “solito” problema dei diritti di immagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.