fbpx

Insigne, doppio obiettivo: vincere a Torino e abbattere il tabù Juventus

Lorenzo Insigne

Insigne vuole segnare il suo primo gol in casa della Juve.

Lorenzo Insigne è apparso in gran forma alla prima di Serie A: sabato potrà provare a cancellare il “sortilegio” Juventus

Inutile negarlo: uno dei grandi artefici della brillante vittoria del Napoli a Firenze durante la prima giornata di Serie A 2019/2020 è stato Lorenzo Insigne.

L’attaccante azzurro si è reso protagonista di una prestazione a dir poco maiuscola. Infatti ha soprattutto messo a segno una doppietta. Inoltre si è reso artefice di un assist decisivo e – proprio per non farsi mancare nulla – ha dato il via all’azione che ha portato al momentaneo pareggio.

Indubbiamente un inizio di campionato scoppiettante per lo “scugnizzo” di Frattamaggiore. E pensare che fino a qualche mese fa, tra malumori e voci di mercato, sembrava che il suo tempo al Napoli stesse per finire.

Tutti ricorderanno, infatti, come in primavera sia andato incontro ad un sensibile calo di condizione che spesso hanno spinto il tecnico Ancelotti a sostituirlo a partita in corso.

E come se non bastasse, quando si è venuto a sapere di qualche “mal di pancia” di troppo del 28enne campano, il pubblico del San Paolo si è lasciato scappare qualche fischio nei suoi confronti.

All’inizio di maggio è arrivato un importante chiarimento con l’allenatore. Subito dopo però sono emersi i problemi relativi al rinnovo di contratto. Insigne ha fatto sapere di voler prolungare il suo accordo con il club partenopeo con un ritocco verso l’alto dell’ingaggio. De Laurentiis tuttavia ha risposto picche.

Il presidente azzurro, infatti, ha chiesto in più occasioni una dimostrazione di maturità al suo capitano, aggiungendo che avrebbe accettato un nuovo accordo solo sulla base delle stesse cifre garantitegli fino a quel momento.

E così hanno cominciato a circolare i soliti rumors di mercato secondo cui “Lorenzinho” era sempre più lontano da Napoli. Addirittura per qualche giorno si è parlato di un ipotesi di scambio con l’Inter che avrebbe portato Mauro Icardi all’ombra del Vesuvio.

Invece non è accaduto nulla di tutto ciò, ed ora il Napoli può godersi un Lorenzo Insigne tornato in splendida forma e pronto a trascinare la squadra e tutta la città all’inseguimento di quel sogno chiamato scudetto.

Juve-Napoli: il capitano può essere finalmente decisivo a Torino

La prima tappa importante verso questo agognato traguardo si terrà già sabato 31 agosto, quando la squadra partenopea scenderà in campo all’Allianz Stadium di Torino per affrontare i pluri-campioni in carica della Juventus.

In quest’occasione sicuramente il capitano del Napoli punterà a raggiungere un doppio obiettivo. Innanzitutto darà tutto se stesso per far sì che la sua squadra riesca a vincere nel fortino bianconero.

Infatti nelle ultime 9 gare disputate a Torino (7 in campionato e 2 in Coppa Italia) solo in un’occasione (primavera 2018, rete decisiva di Koulibaly) la compagine campana è riuscita a sbancare lo stadio della Vecchia Signora.

Allo stesso tempo, Insigne cercherà di sfatare il suo tabù personale. Finora in carriera ha trafitto solo in due occasioni la porta juventina ma sempre al San Paolo. Dunque in casa della Juventus l’attaccante azzurro non ha mai avuto modo di esultare.

Evidenziamo l’ottimo stato di forma mentale e fisica in cui Il Magnifico del Napoli si è presentato al debutto in Serie A. Di conseguenza, potrebbe essere proprio questo il momento giusto per far cadere il “sortilegio” bianconero.

Infine il numero 24 del club di De Laurentiis potrebbe togliersi la soddisfazione personale di dare anche un dispiacere al grande ex del match, Maurizio Sarri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.