fbpx

Ghoulam è cauto sul discorso scudetto: “È troppo presto per parlarne”

Ghoulam alla Lazio

Ghoulam predica calma sulla lotta scudetto.

Il terzino algerino vede un Napoli più forte di quello dello scorso anno, ma sulla lotta-scudetto non si sbottona

Faouzi Ghoulam in questo primo scorcio di stagione sta dimostrando di essersi finalmente lasciato alle spalle gli infortuni che l’hanno colpito negli ultimi tempi.

Durante la trasferta di Lecce che ha visto il Napoli vincere piuttosto agevolmente per 4-1, l’esterno algerino ha giocato nuovamente da titolare.

Sky Sport lo ha raggiunto nel dopo-partita di Lecce-Napoli. L’ex Saint-Etienne ha ricordato che negli ultimi tempi purtroppo non è sceso in campo con una certa continuità.

Questa situazione, ovviamente, rende più difficile un pieno recupero della forma ottimale. Tuttavia ha evidenziato che, col passare dei minuti, si è sentito sempre di più a suo agio.

La bella affermazione in terra pugliese con tanto di turnover ha messo in mostra ancora di più il valore dell’organico a disposizione di Carlo Ancelotti.

Ghoulam ha riconosciuto che effettivamente le cose stanno andando meglio perché ormai è già da un anno che la squadra lavora con il tecnico emiliano.

Subito dopo ha elogiato la qualità del gruppo. Infatti ha rimarcato che per un calciatore è piuttosto facile allenarsi e giocare con tanti compagni di alto livello.

Ovviamente al terzino algerino è stato chiesto della lotta scudetto insieme a Juventus e Inter. Il difensore 28enne a questo punto ha preferito spegnere i facili entusiasmi.

Secondo Ghoulam il Napoli deve pensare solo a se stesso, poi nel corso del campionato si vedrà dove sarà riuscito ad arrivare.

Per quanto concerne la conquista del tricolore, ha affermato che in questa fase è ancora troppo presto per parlarne.

Ghoulam cuore d’oro: il gesto di solidarietà verso il piccolo Daniele

In questi giorni Faouzi Ghoulam ha fatto parlare di sé per una bellissima iniziativa di solidarietà. Il giocatore del Napoli, infatti, ha contattato la famiglia di un bambino disabile per fare in modo che questi possa realizzare il sogno di assistere ad una gara al San Paolo.

Il calciatore 28enne ha dichiarato che per lui questi sono gesti normali. Infatti è molto credente e: “La mia religione m’impone di fare queste cose”.

La testata giornalistica online Si Gonfia la Rete ha sentito il padre del ragazzino. Questi ha rivelato che il figlio soffre di una forma di leucodistrofia sconosciuta.

Siccome è un grande tifoso del Napoli, ha sempre espresso il desiderio di poter seguire un giorno i suoi beniamini direttamente dallo stadio di Fuorigrotta.

Purtroppo la famiglia non è mai riuscita nell’intento perché ha sempre trovato già assegnati i posti per i disabili. Dopo un accurato appello su Twitter, un’amica di famiglia ha cercato di fare in modo che il messaggio arrivasse anche ai giocatori azzurri.

Ghoulam fin da subito ha mostrato grande disponibilità. Il padre di Daniele ha spiegato che l’esterno algerino avrebbe voluto organizzare tutto già per la sfida di mercoledì con il Cagliari o per quella con il Brescia, ma al momento non è stato possibile.

Infatti l’uomo ha spiegato che il figlio a causa della sua malattia ha anche problemi con la vista. Dunque dovrebbe essere ospitato in un settore del San Paolo che sarebbe l’ideale per assicurargli un minimo di visibilità.

Tuttavia ha aggiunto che gli andrebbe anche bene un permesso per far sì che Daniele possa assistere ad un allenamento degli uomini di Ancelotti a Castel Volturno.

Infine ha sottolineato che Ghoulam si è offerto subito di pagargli il viaggio per Napoli e l’albergo (giacché vivono a Firenze), ma lui preferirebbe evitare perché: “Non vorremmo approfittarne”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.