fbpx

Padovan: “Napoli, da un eccesso all’altro, Sarri non faceva turn over, Ancelotti ne ha cambiati 8”

Padovan

Padovan: Napoli, non si può sbagliare più’. Sconfitta brutta quella di Torino. Ieri con il Cagliari non è stato fatto il massimo, come ha detto Ancelotti

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Giancarlo Padovan, giornalista, par parlare -tra l’altro – delle sconfitte casalinghe subite dal Napoli e dalla Roma ieri in campionato.

Queste le sue parole:

“E’ stata una sorpresa la vittoria del Cagliari a Napoli. Il Napoli ha giocato bene, ma la sfortuna ha giocato un ruolo importante. Non farei una tragedia per i punti, sono ampiamente recuperabili in avvio di stagione. Si è passato da un eccesso all’altro: Sarri non faceva turn over, Ancelotti ne ha cambiati 8. La conferenza di Conte? Ieri sera il portiere è stato fenomenale, ha ragione Antonio.

Alla fine del primo tempo era meritato il pareggio, sarebbe stato giusto. Il segreto sono stati portiere e difesa, hanno giocato su altri livelli e aggiungerei anche l’entusiasmo. Napoli? Quando al vertice ci sono 3 o 4 squadre che lottano per lo Scudetto, la quota si abbassa. Tra poche giornate c’è Inter-Juve e qualcuno perderà punti, meglio un pareggio. E’ già venuto il tempo per dire ‘

Non si può sbagliare più’. Sconfitta brutta quella di Torino. Ieri con il Cagliari non è stato fatto il massimo, come ha detto Ancelotti. Una partita del genere non la puoi perdere, al limite la pareggi. D’ora in avanti il Napoli può sbagliare pochissimo e deve vincere gli scontri diretti. Roma? Non penso possa competere per lo scudetto, ma è una mina vagante per le squadre che l’affronteranno.

E’ vero che ieri l’Atalanta ha giocato meglio, ma la Roma ne ha avute di occasioni. Credo sia un’antagonista di qualità. Penso sia un gradino sopra la Lazio, anche se avevo pronosticato la Lazio al quarto posto, ma non mi sta convincendo. Lo scudetto se lo giocano in 3, la Roma è già troppo distante per poter pensare di vincere sempre. Manca costanza”. Conclude Padovan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.