fbpx

Intervista Mertens: “mi sento napoletano”

cds Mertens

Dries Mertens ha rilasciato un’intervista alla Serie A

La Serie A ha incontrato l’attaccante belga del Napoli. Dries Mertens ha rilasciato un’intervista esclusiva in cui parla di Napoli e dei tanti goal segnati, che lo avvicinano sempre di più a record importanti. Di seguito il link del video integrale dell’intervista.

Il rapporto con Napoli ed i napoletani

“Quando cantano il mio nome mi fa bene, perché spesso è dopo un goal. Dopo 7 anni mi sento napoletano. Ho tanti amici qua e ho conosciuto tante persone che sicuramente lo rimarranno per la vita”.

“Penso che la gente abbia visto che sono arrivato qui e che do tutto in campo, mentre fuori dal campo cerco di vivere come loro. A Napoli è bello vivere, mi piace stare qui anche se non parlo la lingua perfettamente”.

“Il calcio in Italia è una bellissima malattia perché la gente è malata di calcio da quando è giovane fino a quando diventa vecchia. Sopra di me vive una donna, avrà forse 75 anni. Lei quasi tutte le mattine viene da me e mi fa i complimenti se ho giocato bene o mi dà gli schiaffi se ho giocato male e mi dice che potevo fare meglio”.

Sul record di Hamsik, vicino più che mai

“Marek ha fatto tanti goal negli ultimi due anni grazie anche ai miei assist. Può darsi che abbia sbagliato a fargli tanti passaggi (ride). Se batto il suo record lo chiamerò sicuramente, ma prima devo pensare a batterlo. Speriamo di poterlo fare”.

Chi l’avrebbe mai detto 6 anni fa, quando sono arrivato, che avrei potuto fare più goal di tutti in questa società. E’ una cosa bella perché significa che per Napoli sei stato importante”.

4 goal al Torino, di cui un pallonetto

“E’ stato un bel momento perché anche la settimana prima avevo segnato una tripletta contro il Cagliari. Segnare poi 4 goal in una partita è bellissimo, sicuramente meglio con un goal così. Chi pensa fosse un cross non capisce di calcio“.

“Giocheremo a Torino che è una bella squadra. Hanno un allenatore che schiera sempre giocatori molto forti fisicamente. Per noi sarà importante essere pronti e fare il massimo”.

Sfida scudetto

“La lotta per il campionato è aperta. Abbiamo visto che la Juve ha difficoltà a vincere facile come prima. Sta facendo bene anche l’Inter e non possiamo perdere punti. Dobbiamo mettercela tutta e lavorare al 100% per sperare di arrivare a vincere qualcosa di bello”.

Per il video integrale dell’intervista clicca QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.