fbpx

Salisburgo, Haland: “Con il Napoli vogliamo vincere”

Salisburgo Napoli

Salisburgo, Haland:  “Con il Napoli vogliamo vincere per allungare la nostra striscia positiva”.

SALISBURGO – Haland:“Con il Napoli vogliamo vincere. In casa nostra possiamo battere tutti”.

Erling Haland, attaccante norvegese del Salisburgo, si è raccontato ai microfoni del sito ufficiale del Salisburgo, prossimo avversario del Napoli in Champions League. 

Archiviata l’ottava giornata di campionato, il Napoli si tuffa nuovamente sulla Champions League: mercoledì sera ci sarà il complicato impegno in Austria contro il Salisburgo. Gli austriaci hanno già battuto il Genk (6-2) e perso ad Anfield contro il Liverpool (4-3) dopo una clamorosa rimonta, sfumata, poi, oltre il 90′. Una delle stelle del Salisburgo è sicuramente Erling Haland, attaccante classe 2000, entrato già nella storia in estate, per i 9 gol rifilati all’Honduras nella gara dei Mondiali Under 20 che si è raccontato ai microfoni del sito ufficiale del club austriaco.

“Il club voleva davvero avere me. È stato chiaramente comunicato che il primo semestre sarebbe stato difficile per me e avevo bisogno di tempo per adattarmi, ma dall’estate in poi avrei dovuto svolgere un ruolo importante e di supporto alla squadra. I responsabili hanno mantenuto la parola, il che mi impressiona. Alla fine il buon lavoro di tutti ha dato i suoi frutti in ogni aspetto”.

Ai microfoni del club austriaco ha poi continuato: “Ero sicuro che questa stagione sarebbe stata la mia stagione. Sono consapevole di essere molto importante per la squadra e posso aiutare. Finora ho potuto confermarlo. Abbiamo una squadra affamata, agiamo in modo molto concentrato e siamo tutti orgogliosi e apprezziamo ciò che abbiamo qui a Salisburgo. Insieme possiamo creare e muoverci molto insieme quest’anno a livello internazionale e nazionale”.

Cosa fai per restare in forma? “La sera, Alexander (un amico) mi ha consigliato di indossare gli occhiali che filtrano la luce blu della TV o del cellulare. Questo ha un effetto positivo sulla melatonina dell’ormone del sonno, quindi ho un sonno migliore e il mio corpo si rigenera meglio. Conosce le sue cose in queste aree, è diventato un grande amico e mi fido di lui”.

Ma perché è diventato un attaccante, non un centrocampista difensivo come suo padre? “Era troppo noioso per me, volevo giocare con il dinamismo e segnare gol. Quindi era chiaro: sarò un attaccante”.

Haland è stato inserito anche nella Top 20 del Golden Boy Award: “ È qualcosa di speciale essere in lista con i giocatori che di solito  solo dalla TV . Sono stato felice all’inizio, ho capito di essere tra i primi 100. Poi ho iniziato a giocare davvero bene e ho segnato molti goal importanti. Non è così sorprendente”.

Haland tra Champions League, prossime sfide del Salisburgo e l’idolo Ibrahimovic

“Sono sempre stato affascinato dalle partite di Champions League e l’inno lo ascolto sin da piccolo, è un amico fedele. Ascoltarlo come giocatore nello stadio è semplicemente indescrivibile. Abbiamo dimostrato che la nostra squadra è in questa competizione e possiamo resistere a qualsiasi avversario e prendere qualcosa”.

Ibrahimovic? “Da Zlatan puoi vedere molte cose, specialmente nel campo mentale. Ha dimostrato in ogni club di essere il migliore. Questo mi impressiona davvero. Vorrei diventare come lui!”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *