fbpx

Napolitudine: La festa della Madonna della Neve, fede e tradizione

La festa della Madonna della Neve si festeggia ogni anno il 22 ottobre a Torre Annunziata, fede, tradizione e storia per un festa popolare.

In realtà la ricorrenza della Festa della Madonna della Neve viene celebrata il 5 agosto.

Mentre il 22 ottobre i torresi organizzano questo evento per la celebrazione di un miracolo avvenuto anni fa.

La Storia della Madonna della Neve

Gli storici narrano che nel XIV secolo, un gruppo di pescatori ritrovarono una cassa in mezzo al mare, la quale aveva un immagine di Maria al suo interno.

Dopo una accesa lite con i pescatori di Stabia, questa effigie fu trasportata in una chiesa dell’ antica Torre Annunziata.

Questa immagine di Maria fu gelosamente nascosta, causa numerose opere di saccheggio. Fu trasferita nella nuova chiesa, dove rimase per lungo tempo.

Cosa accadde quel famoso 22 ottobre del 1822?

La mattina del 22 ottobre 1822 i paesi vesuviani erano minacciati da un’ intensa lava.

I fedeli disperati organizzarono una processione ai piedi di questa Madonna, affinchè facesse un miracolo per loro.

A quel punto avvenne il miracolo.

Dopo pochi minuti prima che il magma arrivasse a Torre, il Vesuvio smise di eruttare, graziando la cittadina oplontina.

Da allora la ricorrenza in questa data è vanto per i migliaia di torresi nel mondo.

La Celebrazione: le iniziative

Ogni anno il comune di Torre Annunziata organizza iniziative di vario genere per i propri cittadini.

Già alcuni giorni prima per strada si può notare il clima di festa: bancarelle di dolciumi, illuminarie lungo il corso principale, oltre a musica e sagre culinarie.

Quest’ anno grazie alla associazione “Piccola Napoli” è stato organizzato il Guinness mondiale della pizza.

Infatti oltre 50 pizzaioli hanno dovuto preparare 12.000 pizze in 14 ore.

Il giorno 23 è stato protagonista di uno show l’ attore comico Biagio Izzo, alla kermesse hanno partecipato circa 5 mila persone.

La Città di Torre Annunziata

La città oplontina, ricca di storia e tradizione, è un polo per la produzione di pasta e pane.

E’ famosa per aver dato i natali a calciatori importanti che oggi giocano in serie A come: Ciro Immobile e Alfredo Donnarumma.

I torresi di tutto il mondo restano legati alle proprie origini, tanto che ogni anno durante la ricorrenza del 22 ottobre, ritornano al paese natale.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.