Prima Pagina – Il Mattino: “Napoli, il caso infortuni e il focus sulla squadra”

prima pagina

Prima Pagina del Mattino di oggi Martedì 29 Ottobre 2019: “Napoli, il caso infortuni e il focus sulla squadra”

 

Prima pagina del Mattino, il giornale partenopeo oggi che dedica tutto il taglio alto agli azzurri di casa nostra, con due argomenti di discussione degli ultimi tempi, gli infortunati che ultimamente sono in continuo aumento, e le molteplici formazioni del mister. Stagione finita per Kevin Malcuit, che si aggiunge agli altri infortunati in difesa, e il Napoli in questo momento si trova con pochi esterni. Poi il punto fatto dallo stesso giornale sui continui cambi di formazione di mister Ancelotti, così i giocatori continuano a girare.

Il caso infortuni: Che Jella il Napoli si “sfascia” crociato per Malcuit che starà fermo 5 mesi, è allarme sugli esterni.

Il focus del Mattino: Ancelotti, 12 formazioni diverse, continui cambi di schema i giocatori girano come delle trottole.

 

 

 

Il Mattino è un quotidiano fondato a Napoli nel marzo 1892 da Edoardo Scarfoglio e Matilde Serao. Negli anni ha mantenuto il primato di primo quotidiano dell’Italia meridionale per numero di copie e diffusione tra i lettori. La sede del giornale è stata dal 1º maggio 1962 al 19 settembre 2018 in via Chiatamone 65, di fronte all’ingresso occidentale della galleria della Vittoria. In quel giorno infatti il giornale si trasferì dalla storica sede di vico rotto San Carlo (odierna piazzetta Matilde Serao), dietro la galleria Umberto I. Dal 20 settembre 2018 la sede attuale è al Centro Direzionale di Napoli, Isola B5, Torre Francesco. La nuova redazione è stata intitolata alla memoria di Giancarlo Siani, il cronista del Mattino ucciso nel 1985 dalla camorra. Negli anni ottanta Il Mattino vive il suo periodo d’oro: in quel decennio il Napoli, trascinato da Diego Armando Maradona, vinse il campionato italiano di calcio due volte, nel 1987 e nel 1990. In quel periodo raggiunse il record di tiratura, pari a 180.000 copie.

🖨

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *