fbpx

De Laurentiis arriva a CastelVolturno: il patron stempera la tensione in vista della sfida con l’Atalanta

ancelotti e de laurentiis

Il presidente De Laurentiis arriva a Castel Volturno per caricare Ancelotti e la squadra in vista della gara contro l’Atalanta

Il presidente De Laurentiis arriva a Castel Volturno per caricare Ancelotti e la squadra in vista della gara contro l’Atalanta.

Come riporta il Corriere dello Sport, il presidente è arrivato insieme al direttore sportivo Cristiano Giuntoli, per far sentire la propria presenza, anche se non in maniera eccessiva. “Eccomi qua”: queste, le parole del presidente, appena arrivato nel ritiro della squadra.

Quando il Napoli sta per accomodarsi a tavola e nessuno ne ha percezione, la porta girevole introduce nella sacralità d’una vigilia che va condivisa tra la squadra ed il club. Una unione d’intenti tra l’allenatore, il presidente ed il direttore sportivo.

Soltanto una serie di battute per chiunque e poi sta con Ancelotti e Giuntoli a chiacchierare di calcio, di cinema, di economia e di finanza, di un mondo a parte, come se volesse spalare via quella tensione che l’ha portato a Castel Volturno. Come hanno reagito Ancelotti e la squadra alla visita del presidente? Nel migliore dei modi. Tutti erano felici di vedere De Laurentiis anche perché il Napoli, in questo momento, ha bisogno di compattarsi.

 

Il Corriere della Sera, invece, sottolinea la tranquillità e la pacatezza del tecnico Ancelotti nella serata di ieri trascorsa insieme al Presidente ed al direttore sportivo Giuntoli: “Il leader calmo, invece, preferisce il silenzio con i media e trascorre una serata con Aurelio De Laurentiis, arrivato ieri sera in ritiro a Castel Volturno. Il presidente ha colto la difficoltà del momento e, come già accaduto in passato, ha scelto di essere vicino alla squadra. Senza troppi giri di parole, né particolari moniti. De Laurentiis ha provato ad alleggerire l’ambiente, ad allontanare le tensioni. A tavola insieme con la squadra, come se fosse una serata «normale»”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *