fbpx

Gazzetta dello Sport – Moviola al VAR

VAR e polemiche

La Gazzetta dello Sport effettua una moviola al VAR nei tre anticipi del sabato.

Moviola al VAR. La Gazzetta dello Sport effettua una vera e propria moviola al VAR. Sembra quasi un controsenso ma non è così. Un’analisi, quella della rosea,  che aiuta a comprendere meglio determinate situazioni delle partite che si sono giocate ieri 2 novembre 2019.Ecco l’analisi: “Tanti episodi da moviola nei tre anticipi dell’11ª giornata di Serie A. Un tocco di mano dell’olandese De Ligt regala la vetrina al derby della Mole, arbitraggio impeccabile invece quello di Rocchi in Roma-Napoli. Merita un approfondimento la partita delle 18 tra Bologna e Inter.”

ROMA-NAPOLI –  “Un arbitraggio (e un Var) da manuale. Giusti sia il rigore per il braccio di Callejon che quello per causato da Mario Rui. Al 79′ manca una punizione dal limite per il Napoli ma il fallo di Veretout è fuori dall’aria e il VAR non può intervenire.”

BOLOGNA-INTER – “Giustamente annullati i vantaggi interisti per un fuorigioco al 33′ e per palla uscita al 39′. Giusto non dare rigore su Palacio al minuto 86 e altrettanto giusto quello concesso nel recupero per la squadra di Conte.”

La moviola al Var da parte della Gazzetta finisce con l’ultimo match del sabato, il derby della Mole.

TORINO-JUVENTUS  – Una partita di grande intensità, molto fisica e con tanti scontri di gioco. Al 10′ la Juve reclama un rigore ma Doveri mima che il braccio di Meité fosse raccolto sul corpo. Un minuti dopo è il Torino a chiedere un rigore per un tocco di braccio di De Ligt. Mancano almeno un paio di ammonizioni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *