Caos ritiro: ADL vorrebbe tagliare del 5% gli stipendi dei giocatori del Napoli

Aurelio De Laurentiis a Kiss Kiss

Il presidente sarebbe sempre più deciso nell’adottare la linea dura nei confronti dei suoi tesserati

Il Napoli rischia di diventare una vera e propria polveriera in seguito al caos ritiro. Il pareggio interno in Champions League con il Salisburgo e il conseguente ammutinamento dei calciatori avrebbero fatto decisamente infuriare De Laurentiis.

Il presidente azzurro avrebbe deciso di applicare una sorta di “tolleranza zero” verso i giocatori. Finora non sono giunti comunicati ufficiali dal club, se non quello relativo al silenzio stampa da mercoledì sera.

Nel frattempo, però, il patron sarebbe di continuo in contatto con i suoi legali. Il suo intento sarebbe quello di prendere gli opportuni provvedimenti verso l’intero organico in seguito al rifiuto di proseguire il ritiro.

Nello specifico, ADL starebbe pensando di decurtare il 5% lordo dagli stipendi dei tesserati per il mese di dicembre. La percentuale non potrebbe essere maggiore, perché questo è il tetto massimo stabilito dal regolamento.

Dopo il caos ritiro di mercoledì, il massimo dirigente del Napoli e i collaboratori dell’avvocato Grassani sarebbero in costante contatto. Insieme, infatti, starebbero valutando la strategia migliore per ricorrere a tutti gli strumenti legali a loro disposizione.

Nel frattempo, continuano a giungere indiscrezioni su quanto sarebbe accaduto al termine del match con il Salisburgo. Oltre al duro faccia a faccia tra Insigne e Edo De Laurentiis, ce ne sarebbe stato anche un altro.

Il centrocampista brasiliano Allan avrebbe affrontato a muso duro il figlio del patron. Il 28enne sudamericano avrebbe pesantemente insultato il dirigente. Soltanto grazie all’intervento di Ancelotti e di altri giocatori si sarebbe evitato lo scontro fisico.

Caos ritiro: Ancelotti potrebbe andarsene al Boca Juniors

Il caos ritiro di queste ore e i deludenti risultati del Napoli degli ultimi tempi potrebbero avere anche un’altra, clamorosa ripercussione.

Dall’Argentina, infatti, rimbalza voce di un interesse del Boca Juniors per Carlo Ancelotti già da gennaio. L’indiscrezione è stata lanciata da Fox Sports Radio.

L’ex calciatore Diego Latorre e il giornalista Marcelo Benedetto hanno affermato che, in vista del licenziamento di Alfaro a dicembre, la società di Buenos Aires avrebbe messo nel mirino proprio l’attuale tecnico del Napoli.

Ovviamente, di primo acchito si potrebbe pensare ad una bufala. In realtà, i media argentini sostengono che proprio il caos emerso in questi ultimi giorni nella società partenopea potrebbe facilitare una “fuga” di Ancelotti verso altri lidi.

Secondo Fox Sports Radio, l’ex allenatore del Chelsea potrebbe anche dimettersi se la situazione dovesse degenerare. Al contempo, però, non si esclude che possa essere anche esonerato da De Laurentiis.

A questo punto, dopo le elezioni del nuovo presidente a dicembre, il Boca Juniors si lancerebbe all’assalto dell’allenatore emiliano. L’unico ostacolo per la stampa argentina non sarebbe il suo vincolo con il Napoli, ma l’ingaggio che risulterebbe troppo alto per gli xeneizes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI