fbpx

Corriere dello sport: Napoli, Lunedì incontro (o scontro) decisivo tra De Laurentiis e i calciatori

during the Group C match of the UEFA Champions League between SSC Napoli and Paris Saint-Germain at Stadio San Paolo on November 6, 2018 in Naples, Italy.

Il Corriere dello sport indica Lunedì come il giorno per provare a ricucire lo strappo tra società di De Laurentiis  e la squadra

 

Il Corriere dello sport dal proprio sito online traccia quali saranno le prossime mosse del patron azzurro Aurelio De Laurentiis in risposta alle ultime note vicende in casa Napoli.

Sarà un incontro per provare a trovare un punto di incontro tra le parti, dicendosi le cose chiaramente in faccia.

Ormai le cose sono andate così e come dice il quotidiano romano, adesso è il caso di ripartire e lasciarsi tutto alle spalle.

Qui uno stralcio del Corriere: “È andata così, come non non era il caso andasse, ma adesso bisogna ricominciare.

Ognuno interpretando il proprio ruolo, rimanendo nelle regole e però anche aggrappandosi al buon senso. 

Aurelio De Laurentiis è rientrato nel tardo pomeriggio di lunedì, ha letto tutto ciò che era rimasto “inevaso” in rassegna stampa.

Poi ha dialogato con Giuntoli che, insolitamente non era sull’aereo della squadra e sembra sia andato a Roma per chiacchierare con il suo presidente.

Ha telefonato ad Ancelotti, ha sondato, è rimasto sulle proprie posizioni, quelle dalle quali non indietreggerà.

E poi ha ascoltato: in De Laurentiis c’è ancora l’amarezza.

Nei calciatori un pentimento che verrà espresso, se sarà possibile, dopodomani, venerdì, in una giornata che sembra propizia per

rivedersi, ancora sufficientemente distante dalla sfida con il Bologna e anche dal Liverpool”.

La novità sta nel fatto che adesso sono i calciatori a proporre il ritiro in caso di sconfitta a Liverpool.

Il Napoli rientrerà giovedì, si allenerà nel pomeriggio, unica finestra libera, poi al mattinodi venerdì e al pomeriggio, se il calendario degli appuntamenti lo consentirà, si passerà alla fase

successiva, quella di un riavvicinamento ch’è necessario, anzi indispensabile, che non può essere protratto, che non ammetterà sconti dialettici ma che servirà a rimuovere quella cappa che

s’avverte nella coscienza di chi è stato “ferito” e anche di chi è ora convinto di aver sbagliato.

Lo è talmente, il Napoli (squadra), che ora ha persino voglia di tornare laddove era scappato, in ritiro, se stasera dovesse andar male, e restarci sino al Bologna. 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × cinque =