fbpx

Napolitudine: la Minestra, un piatto che riscalda il Natale

La Minestra maritata, un piatto tipico campano, che spesso viene tradizionalmente preparato durante le feste natalizie e non solo.

La Minestra ‘Maritata’ così comunemente chiamata perchè in questo piatto carne e verdura si “maritano” cioè si sposano alla perfezione.

Essa è una zuppa molto ricca di ingredienti, nella quale l’ abbondanza delle verdure e della carne fa sì che diventi spesso un piatto unico.

Viene preparata prevalentemente in inverno, siccome è un piatto da gustare caldo.

La preparazione di questo piatto richiede molta attenzione e dedizione, la cottura stessa ha bisogno di tempo.

Abitualmente a Napoli e provincia viene servita il 26 dicembre, il giorno di Santo Stefano, dopo le “abbuffate” dei giorni precedenti.

La Minestra Napoletana, gli ingredienti e la preparazione

Come abbiamo già accennato, esistano varie ricette per questo piatto.

Ci vogliamo soffermare su quella tipica napoletana, la quale è per antonomasia la più famosa.

Le verdure usate sono varie: dalla cicoria, alle ‘scarulelle'( piccole scarole), sino alla verza.

Invece per quanto riguarda la carne “da ammaritare” si usa principalmente quella di maiale: la tracchia, la salsiccia oppure l’ nnoglia.

Nella tradizione più antica al posto del pane tostato, venivano utilizzati gli ‘scagliuozzi’, cioè piccole frittele di farina di mais.

Ecco un video su cosa e come si prepara questa zuppa:

Esiste una versione, quella ciociara, anch’ essa famosa, nella quale le verdure utilizzate sono spesso verdure del luogo del basso Lazio.

Se sei incuriosito dalla rubrica NAPOLITUDINE (clicca qui)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 16 =