fbpx

Briaschi, agente Lasagna: “Kevin al Napoli? Sabato ho parlato con Giuntoli”

Kevin Lasagna Sky

Massimo Briaschi, agente dell’attaccante Kevin Lasagna è intervenuto a Radio Goal su Radio Kiss Kiss

Massimo Briaschi, agente dell’attaccante Kevin Lasagna dell’Udinese è intervenuto a Radio Goal su Radio Kiss Kiss

Ecco le sue dichiarazioni:

Come ha visto il Napoli contro l’Udinese? Il pallino del gioco, sostanzialmente, è sempre statoin mano al Napoli. Poi qualcuno si è dimostrato sottotono, soprattutto vista la globale prestazione durante il primo tempo, ma poi il Napoli ha condotto“.

Napoli-Genk, come vede gli azzurri? La scintilla decisiva scoccherà con il risultato, che determina sempre tutto. Esempio? Un tiro sul palo che va fuori è un’occasione sprecata, ma se va dentro è gol – e cambia la musica. Ci si può aspettare una gran prestazione domani: in un palcoscenico come quello della Champions si prova la gran giocata, se riesce cambia tutto e il Napoli vince cambia tutto. Il Napoli ha tutte le caratteristiche per venirne fuori, a partire dall’allenatore e dai giocatori. Una vittoria, anche se non meritata, può svoltare la situazione“.

Lasagna al Napoli? Ne ho parlato con Giuntoli sabato, ci siamo scambiati un paio di battute. Se il Napoli vuole un giocatore come Kevin, il Napoli va dall’Udinese e lo chiede, molto semplice“.

Da quanto tempo non parlo con Giuntoli di Lasagna? Da sabato. Ci siamo visti dopo la partita e ci siamo scambiati due battute. Se il Napoli vuole un giocatore va dall’Udinese, si mettono d’accordo e lo prendono. Se così non accade, vuol dire che il giocatore in realtà non interessa”.

Kevin Lasagna, autore del gol, ha parlato a Udinese TV: “Fofana è stato molto bravo in contropiede a mettermi quel pallone, poi sono stato bravo davanti a Meret a dosare la forza, cosa che in passato magari non è accaduta. Sono sempre rimasto sereno, ogni giocatore affronta momenti in cui va meglio o va peggio, sto benissimo in questo gruppo e sapevo che prima o poi sarei tornato sui miei standard. Non è stato semplice destreggiarsi con Manolas e Koulibaly perchè sono due difensori molto forti. Sapevamo di aver giocato male a Roma e volevamo dare una risposta concreta. Quasi sempre le partite le sbagliamo per motivi mentali, le partite le prepariamo sempre al meglio, dobbiamo continuare a lavorare duramente senza perdere l’aggressività”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *