Napoli – Barcellona:“Messi nel tempio che fu di Maradona”

barcellona napoli convocati

Napoli-Barcellona

La sfida dei sogni o degli incubi? Da poche ore si è svolto Il sorteggio degli ottavi di finale di Champions League e di certo la squadra avversaria toccata al Napoli non è di quelle semplici da affrontare.
Gli uomini  di Gattuso dovranno sfidarsi con uno degli avversari più duri e più temuti di questa Champions League: Il Barcellona di Messi.
Anche per il neo allenatore , Gennaro Gattuso, si prospetta una sfida complicata che dovrà anche sapersi confrontare con l’ottimo lavoro svolto  fino ad ora in Europa dal suo predecessore Carlo Ancelotti.

Insomma per gli azzurri  non sarà una sfida  semplice

L’avventura di Rino Gattuso sulla panchina del Napoli non è iniziata nel migliore dei modi ed in effetti gli azzurri hanno rimediato una brutta sconfitta al San Paolo contro il Parma.
Il Napoli si si prepara a chiudere l’anno con la trasferta in casa del Sassuolo;
poi ritornerà in campo nel 2020, un anno che si aprirà anche con questa doppia sfida contro il Barcellona tra il 25 febbraio e il 18 marzo.

Se in campionato il rendimento del Napoli è ben al di sotto delle aspettative, in Champions League gli azzurri sono ancora imbattuti.

Ora toccherà a Rino Gattuso proseguire il lavoro di Carlo Ancelotti, anche se l’urna di non non è di certo stata benevola per gli azzurri.
Il nuovo allenatore del Napoli ha commentato così il sorteggio:

“Una grande squadra, una grande sfida, due gare affascinanti. Le affronteremo senza paura”, le parole di Gattuso sul doppio match contro il Barcellona.

Ed in effetti gli il Napoli di Champions è ben differente dal Napoli di Campionato.

In Europa, gli azzurri hanno saputo mostrare da sempre maggior carattere abituando i propri tifosi a grandi imprese e questa con il Barcellona di Messi si prospetta a tutti gli effetti essere un inedito assoluto in competizioni ufficiali.

Quello tra Napoli e Barcellona è una sfida che  è andata di scena già 5 volte nel corso della storia calcistica

Ma mai in competizioni ufficiali.
Napoli e Barcellona si sono sempre incontrate per amichevoli estive, che purtroppo hanno un bilancio negativo per il Club Partenopeo.
gli azzurri contro il Barcellona sono riusciti a rimediare in totale una vittoria, un pareggio e 3 sconfitte.
Il primo incrocio tra le due squadre risale addirittura al 1977-78.

Il Napoli di Savoli riuscì ad ottenere un pareggio per 1-1 contro il Barcellona di Cruijff.

La Seconda sfida tra le due squadre si avrà poi a distanza di molti anni, addirittura nel 2011. Il Napoli perse disastrosamente per 5-0 nel trofeo Gamper.
Nel 2014 invece, a Ginevra il Napoli vinse 1-0 a con gol di Dzemaili.
Gli ultimissimi precedenti risalgono entrambi a quest’estate quando negli Stati Uniti in preparazione estiva il Napoli uscì sconfitta prima per 2-1 e poi per 4-0.

Ci si augura a questo punto che la terza volta sia quella buona per il Napoli

Lionel Messi, è da poco fresco vincitore del suo sesto pallone d’oro ed è sicuramente il più temuto Ma sarà affascinante vederlo correre e palleggiare  al San Paolo in quello che fu il tempio di un certo  Diego Armando Maradona.

🖨

5 thoughts on “Napoli – Barcellona:“Messi nel tempio che fu di Maradona”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *