fbpx

Marte Sport Live – Pazienza: “Il Napoli adesso è al completo”

Radio KissKiss Michele Pazienza

Pazienza: “Il centrocampo del Napoli adesso è completo”

A Radio Marte, nel corso di “Marte Sport Live è intervenuto Michele Pazienza, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista. Da giocatore grazie a dinamismo, spirito di sacrificio e capacità di inserirsi in area, si rivela un centrocampista abile sia in fase di contenimento sia in quella offensiva, nonché avvezzo a fornire assist ai compagni di squadra. Nel gennaio 2008 diventa un calciatore del Napoli per 4,25 milioni di euro, arriva dalla Fiorentina. Con gli azzurri totalizza 106 presenze e 4 reti. Si ritira al termine della stagione 2016/2017.

Chiusa l’attività agonistica, nell’estate 2017 inizia quella di allenatore passando alla guida della formazione Berretti del Pisa. Nel frattempo, il successivo settembre supera l’esame da allenatore di seconda categoria UEFA A. Nell’ottobre 2017 assume ad interim la guida della prima squadra del Pisa, in Serie C, sostituzione dell’esonerato Carmine Gautieri. Debutta sulla panchina nerazzurra il 22 dello stesso mese, vincendo la trasferta di campionato sul campo dell’Alessandria (0-2). Otto giorni dopo viene confermato come tecnico della prima squadra;mantiene l’incarico fino al 26 marzo 2018, quando viene esonerato dopo la sconfitta nel derby toscano contro la Carrarese e i successivi screzi con la tifoseria nerazzurra.Nel novembre 2018 approda sulla panchina del Siracusa, ancora in terza serie, subentrando a Giuseppe Pagana; un pessimo ruolino lo porta tuttavia a essere sollevato dall’incarico già nel successivo dicembre.

Le parole in diretta di Pazienza a Marte Sport Live

“Il Napoli deve ritrovare la vittoria per recuperare la stagione. Ho visto allo stadio la Fiorentina contro l’Atalanta e devo dire che è apparsa diversa da quella di Montella nell’intensità e nell’interpretazione della gara. Con Iachini la squadra difende e riparte con 11 effettivi. Adesso, gli attaccanti spendono molte più energie perché quando recuperano palla devono poi attaccare 50 metri di campo e bisogna un po’ prendere il ritmo.

Con Demme e Lobotka il centrocampo del Napoli è completo e adesso toccherà a Gattuso in base al momento e agli avversari schierare il miglior duo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + dieci =