fbpx

CdS – Il San Paolo ignora Maurizio Sarri

sarri

Il San Paolo ignora Sarri

Il Corriere dello Sport descrive l’atmosfera di ieri sera all’interno dello stadio. Dopo una bordata iniziale di fischi, il San Paolo ignora Maurizio Sarri.

“A disposizione dell’allenatore, signor Maurizio Sarri…”, dice lo speaker Decibel Bellini alla lettura della formazione bianconera, concedendo poi alla platea una sapiente e maligna pausa dopo l’annuncio del nome di Lui: e il San Paolo scatena un diluvio assordante di fischi che squarcia il cielo e spacca i timpani. Poi, silenzio: ignorato fino alla fine. E sconfitto: da Zielinski, un vecchio e caro allievo, e soprattutto da Insigne.  Niente tregua, invece, per Gonzalo Higuain, bersagliato dai fischi sin dal riscaldamento.

Diavolo di un Napoli. Riesce a regalare al campionato una notte magica, che tiene aperto il discorso scudetto più di ogni altra cosa. Inter e Lazio guadagnano addirittura un punto sulla capolista, nonostante i rispettivi pareggi del pomeriggio. Può esultare, Rino Gattuso. E lo fa per la prima volta da allenatore al San Paolo. Mai in precedenza, infatti, gli era riuscito di conquistare i tre punti. Stavolta, gli è venuta bene, perché Zielinski e Insigne non hanno perdonato l’inconcludenza della Juventus che, soltanto nel finale ha provato a rimettere in piedi il risultato dopo che Cristiano Ronaldo ha ridotto le distanze. Non è stato un buon ritorno quello di Maurizio Sarri, al San Paolo, la sua Juventus è stata bruttina sul piano della manovra e per niente concreta sotto porta se si esclude il gol di Ronaldo. Il Napoli, dunque, torna a vincere in campionato dopo poco più di tre mesi, l’ultima volta era stato contro il Verona, il 19 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × due =