fbpx

Moviola Napoli-Juve: “Non è rigore, corretta la valutazione su Cuadrado”

Gli azzurri reclamano un calcio di rigore per fallo di mano in area di Cuadrado, giusta l’interpretazione dell’arbitro Mariani che non concede il penalty

 

Un solo vero episodio dubbio durante la gara tra Napoli e Juventus, nel secondo tempo gli azzurri reclamo un calcio di rigore, Cuadrado tocca il pallone in area con le mani ma l’arbitro e il Var fanno proseguire.

Il replay non togli tutti i dubbi ma a ben guardare il pallone tocca prima il piede del colombiano e poi la palla schizza sulla mano del bianconero.

Il San Paolo insorge, tutto lo stadio a cominciare dalla curva inizia il “solito” coro verso i bianconeri: “Ladri, ladri, ladri!”.

L’episodio però è molto al limite, il braccio di Cuadrado è comunque vicino al corpo.

La mancata concessione del penalty ci può stare.

Anche la Juve protesta però al 53′: Ronaldo insacca a porta vuota dopo il palo colpito da Dybala, la bandierina dell’assistente però si alza correttamente per un fuorigioco di Higuain a inizio azione.

Giusta anche l’ammonizione per De Ligt all’83’. Il calciatore olandese stende Insigne che gli era sgusciato via in dribbling. Anche in questo caso inutili le proteste e ammonizione corretta.

Ultima curiosità, durante il recupero Gattuso si è molto arrabbiato con il quarto uomo che gli aveva comunicato ulteriori trenta secondi di recupero.

Ronaldo viene ammonito per proteste dopo un fallo in area e quindi anche qui l’arbitro ha fatto bene ad applicare il regolamento e a estendere il recupero.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 4 =