Buffon su Napoli-Juve: “Sconfitta brutta ma può servire per ritrovare fame e umiltà”

Napoli Juventus Gigi Buffon

Il portiere bianconero ha ammesso che probabilmente la Juventus ha sottovalutato il Napoli

Gigi Buffon oggi, 28 gennaio, ha compiuto 42 anni. In occasione del suo compleanno, il portiere campione del mondo 2006 ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sky Sport.

Tra i vari argomenti trattati, c’è stato anche quello relativo alla sconfitta della Juventus in casa del Napoli. L’estremo difensore bianconero non ha nascosto che si è trattato di una brutta battuta d’arresto. In particolare, ha sottolineato che quasi certamente la squadra torinese avrebbe potuto fare qualcosa di più in campo.

Tuttavia, Buffon ha evidenziato che questa debacle può rappresentare un buon insegnamento per i campioni d’Italia. Infatti questi passaggi a vuoto, nel corso di una stagione, possono essere utili per “ritrovare fame, umiltà e per non dare nulla per scontato”.

Il portierone 42enne ha ammesso che probabilmente i suoi compagni di squadra hanno preso un po’ sottogamba la sfida del San Paolo, visto che avrebbero affrontato un Napoli in apparente difficoltà.

Dunque, non hanno sfruttato l’occasione di tentare l’allungo decisivo in campionato. Nonostante ciò, ha rimarcato che nel gruppo bianconero c’era la consapevolezza che, aldilà del risultato, il primo posto in classifica sarebbe stato al sicuro.

A questo punto, però, Buffon si è lasciato andare a un moto d’orgoglio. Ha dichiarato che se la partita con gli azzurri fosse stata determinante per lo scudetto, la Juventus avrebbe certamente conquistato i tre punti.

Infine ha un po’ bacchettato tutto l’ambiente. Ha affermato che, essendoci la consapevolezza di essere una grande squadra: “Questo in certi momenti non ci fa avere la giusta ferocia”.

Buffon e la lotta scudetto: “Il destino è nelle nostre mani”

Parlando della sfida-scudetto (che purtroppo quest’anno vede il Napoli tagliato fuori) Buffon ha riconosciuto che le principali avversarie sono Lazio e Inter.

I biancocelesti stanno disputando una stagione “eccezionale”. Inoltre, siccome ormai non hanno impegni nelle coppe europee, ciò potrebbe risultare determinante alla fine del campionato.

Nessuna sorpresa sull’Inter. Conoscendo bene Antonio Conte, l’estremo difensore juventino ha anticipato che i nerazzurri saranno in lotta fino in fondo.

Ad ogni modo, siccome la Juventus è la più forte di tutti: “Il destino è nelle nostre mani”. Ovviamente, però, il neo 42enne ha avvisato i compagni di squadra che non ci si dovrà cullare su questa certezza.

🖨

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI