CdS – Cigarini riprende il suo posto in squadra. Cagliari – Napoli amarcord per il regista

CdS Cigarini

CdS – Cigarini di nuovo in squadra.

Cagliari Napoli, una sfida dai sapori antichi di quando le due squadre annoveravano tra le loro fila uomini come Gigi Riva e Antonio Juliano giusto per citarne due.

Il primo definito Rombo di Tuono per la sua forza nel calciare il pallone e mandarlo in rete, campione nella vita e nello sport per aver sposato il progetto Cagliari e la Sardegna in genere per tutta la sua esistenza, il secondo perchè considerato la mente di una squadra che per poco non ha insidiato la leadership agli squadroni del nord negli anni 70′, Juventus in primis.

I tempi ora sono diversi e meno male che anche i tifosi hanno ritrovato una certa serenità per godersi al meglio questa sfida di centro classifica.

Come riferito dalla CdS nell’edizione odierna, ritorna in squadra, dopo la squalifica, nel Cagliari Luca Cigarini che nel Napoli ha avuto dei trascorsi: il 3 luglio 2009 fu acquistato dai partenopei per 11 milioni di euro (4,8 e l’altra metà di Garics all’Atalanta) e 5,5 al Parma.

Esordio con il Napoli.

Esordisce con la maglia azzurra il 23 agosto 2009 nella prima di campionato contro il Palermo.

Segna il primo gol il 28 ottobre 2009 nella partita al San Paolo contro il Milan, sua 100ª partita in Serie A, siglando al 90′ con un sinistro al volo da fuori area il gol del momentaneo 1-2; la partita poi finirà 2-2.

Il 24 gennaio 2010, nel match contro il Livorno, realizza il suo primo gol su punizione, il primo ad essere realizzato su calcio piazzato dal Napoli in una partita ufficiale dopo più di un anno di digiuno.

In campionato colleziona complessivamente 28 presenze, di cui 11 dal primo minuto, con l’allenatore Walter Mazzarri, che nel suo 3-4-2-1 gli preferisce spesso Michele Pazienza.

Dunque appena una stagione con due reti in campionato. Il 30 giugno del 2017 Cigarini approda in Sardegna dalla Sampdoria.

Domenica riprenderà il suo posto in squadra per guidare il Casteddu contro gli uomini di mister Gennaro Gattuso.

Il suo modo di dettare i tempi e di rappresentare l’ultimo uomo dinnanzi alla difesa pronto a sacrificarsi per le opportune chiusure, fanno di Luca un baluardo della squadra cagliaritana difficilmente sostituibile.

🖨

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI