ESCLUSIVA CasaNapoli.net- Intervista a Lucas Sepiurka, giovane regista che ha girato il documentario su Maradona: “Il Capitano di Napoli”

CasaNapoli intervista esclusiva Lucas Sepiurka

CasaNapoli.net ha relizzato un’intervista in ESCLUSIVA, con Lucas Sepiurka, giovane regista, di 23 anni, che ha girato un documentario su Maradona dal titolo “Il capitano di Napoli”

CasaNapoli.net ha realizzato un’intervista in ESCLUSIVA, con Lucas Sepiurka, giovane regista, di 23 anni, che ha girato un documentario su Maradona dal titolo “Il capitano di Napoli”

Il documentario parla della storia di Diego Armando Maradona e del legame viscerale che si è creato tra l’argentino e Napoli, sia come città che come popolo napoletano.

Parlaci del tuo documentario:

Il documentario lo abbiamo girato in circa 8 mesi: siamo venuti a girarlo a Maggio in tre giorni, tutto un week end. L’idea di questo documentario è che le persone della mia età, della mia generazione, che non sono (anzi non siamo) contemporanei di Maradona, non lo abbiamo mai visto giocare. Attraverso questo documentario voglio raccontare quello che Maradona ha creato non solo nel Napoli squadra di calcio, ma anche nella città di Napoli. Perché fu simbolo di una rivoluzione sociale incredibile! 

Dopo circa 8-9 mesi di duro lavoro, il documentario è pronto ed oggi siamo venuti a presentarlo. Per mostrare a tutti i napoletani la “visione” di un giovane argentino che, purtroppo, non ha potuto vedere giocare Maradona.  Vorrei far capire, attraverso questo documentario, a tutti coloro che non hanno visto giocare Maradona, cosa abbia potuto fare un giocatore di calcio, con un “semplice” pallone da calcio, per una tifoseria e per una città intera.”

Non sei contemporaneo di Maradona, ma sei contemporaneo di Messi: per te esiste un collegamento tra Maradona e Messi o sono due cose completamente differenti?

Io non sono amante del paragone Messi/Maradona. Non mi piace dire: “Messi O Maradona”, preferisco: “Messi E Maradona”.  A maggior ragione essendo io argentino. Sono felice che noi argentini possiamo essere orgogliosi  di aver avuto il miglior giocatore della storia e che abbiamo quello che ora è il miglior giocatore del mondo. Io sono nato con Messi, per cui avverto un’affinità maggiore, una passione maggiore rispetto a Maradona.

Ma solo perché non ho potuto viverlo direttamente. Rivivendo tutto quello che ha fatto Maradona, non solo qui, ma anche con l’Argentina, al Mondiale, uno capisce che ha fatto delle cose incredibili. Uno dovrebbe comprendere ciò che ha fatto Maradona e quello che sta facendo Messi  e non fare paragoni.

Ribadisco di non essere amante del paragone tra i due: sono di epoche diverse, un altro tipo di calcio, altri tipi di campionati. Sono degne di nota sia le cose fatte da Maradona, sia quello che sta continuando a fare Messi.”

Martedì il Napoli, in Champions League, affronterà il Barcellona per la prima volta in una competizione ufficiale. Il Barcellona di Messi e che ha un collegamento con Napoli, proprio grazie a Maradona. Diego è stato prima al Barça e poi è andato al Napoli:

Per prima cosa se gioca Messi, e credo che giochi, a meno che non accada nulla, credo che il Barcellona abbia più possibilità di vincere. La squadra spagnola è molto Messi-dipendente. Credo anche che  il Napoli sia una buona squadra e abbia ottimi giocatori, però il Barcellona ha il vantaggio di avere a disposizione il miglior giocatore del mondo.

Nell’ultima giornata di Liga, Messi ha segnato 4 gol contro l’Eibar: ma non è più una novità quello che fa Messi. Io credo che sia una partita molto bella, dove si potranno vedere molti gol: entrambe le squadre sono votate all’attacco e cercano di attaccare per tutto l’arco della partita. Sarà una bella partita, ma se ci sarà Messi, ribadisco, credo che il Barcellona abbia qualche possibilità in più  di vincere rispetto al Napoli.”

Adesso si vocifera di Messi al Napoli. Può essere un parallelo con Maradona? Diego quando ha avuto problemi col Barcellona è venuto a Napoli, adesso sembra che anche Messi abbia problemi con i blaugrana e qualcuno dice che vorrebbe venire a Napoli.

Lui ha dichiarato di voler terminare la carriera al Barcellona, ma ha anche detto che giocare a Napoli è un sogno. Tu cosa pensi in merito?Può essere possibile? Maradona è stato l’unico calciatore, nella storia del Napoli, ad essere presentato all’interno dello stadio (stracolmo). Per Messi potrebbe accadere la stessa cosa?

Io credo che se dovesse venire a giocare Messi a Napoli, i napoletani potrebbero rivivere ciò che hanno vissuto con Maradona e credo che, probabilmente, accorreranno 90 mila persone ad accoglierlo al San Paolo. Io, personalmente, credo che Messi non andrà via dal Barcellona poiché è lì in pianta stabile da quando aveva 14 anni: lì ha tutta la sua famiglia ed è tra le figure di spicco del Barcellona. Non credo che nel finale di carriera venga a giocare al Napoli, tanto meno che vada via dal Barça.

Se andrà via, quasi sicuramente tornerà a Rosario e andrà al Newell’s Old Boys che è la squadra per cui fa il tifo. Io credo che, nell’ipotetico caso in cui Messi venga a Napoli, a giocare nel Napoli, la gente lo accoglierebbe nella stessa maniera con cui accolse Maradona. Perché starebbe venendo, per la seconda volta, il miglior giocatore del mondo. Ugualmente come successe con Maradona.”

Ti chiedo un pronostico secco: vince il Napoli, finisce in pareggio, oppure vince il Barcellona?

Difficile rispondere, veramente difficile. E’ molto più probabile, per me, che però vinca il Barcellona”.

Maradona per Napoli, intesa come Napoli città e come popolo napoletano, è stato un simbolo di riscatto sociale perché era l’unico a combattere contro il potere del Nord, combatteva contro i soldi dei potenti.

Rifiutò la Juve degli Agnelli e il Milan di Berlusconi dove avrebbe potuto guadagnare molto di più. E’ stato un napoletano a tutti gli effetti. Messi, caratterialmente, rispetto a Maradona come vivrebbe la realtà di Napoli, se dovesse venire?

Io credo che sono due persone con personalità completamente differenti: Maradona molto più effusivo. Il suo carattere era quello di confrontarsi sempre contro i più grandi. Per questo ha scelto Napoli: la città, in Europa, è quella che più assomiglia all’Argentina, a Buenos Aires. Posti da dove veniva.

Non so se Messi possa mai venire a giocare a Napoli. Non credo che Messi abbia il coraggio che ha avuto Maradona. Entrambi sono leader a modo loro. Essere leader non significa, per forza, essere come Maradona o come Messi. Ognuno è leader a modo proprio.”

Messi come potrebbe vivere il contatto con i tifosi, il comportamento della gente di Napoli? Maradona non poteva uscire di casa, Messi come potrebbe vivere un comportamento del genere?

Non saprei. Io non immagino Messi qui. Se dovesse venire, immagino sarebbe molto riservato. Uno che non uscirebbe molto. Anche perché qui si potrebbe rivivere quello che si è vissuto con Maradona. Chiaramente la gente è consapevole che si tratta del miglior giocatore del mondo che sta giocando nella tua squadra. Per questo, se dovessero incontrarlo per strada, lo assalirebbero come fu con Maradona. Ma non credo che questo accadrà, non credo che Messi verrà a Napoli.”    

🖨

1 thought on “ESCLUSIVA CasaNapoli.net- Intervista a Lucas Sepiurka, giovane regista che ha girato il documentario su Maradona: “Il Capitano di Napoli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *