fbpx

GDS- Anche le Olimpiadi saranno spostate: arrivederci a Tokyo 2020, ci rivediamo nel 2021

Anche le Olimpiadi di Tokyo sono state rinviate al 2021, nonostante i vari tentennamenti del comitato organizzatore. Non si andrà oltre la prossima estate e si rimarrà a Tokyo

Anche le Olimpiadi di Tokyo sono state rinviate al 2021, nonostante i vari tentennamenti del comitato organizzatore. Non si andrà oltre la prossima estate e si rimarrà a Tokyo.

 

Come riporta “La Gazzetta dello Sport”, le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state rinviate al 2021. L’annuncio arriva direttamente dal Giappone, paese organizzatore: “Il CIO è d’accordo al 100%”. Il CIO, in comunione con il Premier giapponese, il governatore di Tokyo e il presidente del Comitato organizzatore, ha deciso di spostare ufficialmente i Giochi Olimpici.

Le Olimpiadi non si disputeranno più dal 24 luglio al 9 agosto 2020, ma si terranno nell’estate del 2021, a causa della pandemia di Coronavirus che sta colpendo il mondo. Il CIO, nella persona del presidente Bach, aveva sempre rifiutato questa ipotesi, ma nelle ultime ore ha aperto invece al rinvio prima di essere quasi costretto dopo i forfait ufficiali dell’Australia e del Canada e la richiesta della federazione americana di atletica. Decisione arrivata dopo una videoconferenza tra il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe e il presidente del CIO Bach.

Il Comitato Olimpico Internazionale ha poi confermato tutto con un comunicato ufficiale: “I Giochi sono rinviati al 2021, non oltre l’estate, per salvaguardare la salute degli atleti e di tutti i partecipanti. Manterranno il nome di Giochi olimpici e paralimpici Tokyo 2020″. La fiamma olimpica rimarrà in Giappone.

Infatti il danno stimato dal prof. Katsuhiro Miyamoto, per lo spostamento delle Olimpiadi è di circa 38 miliardi di euro. 

LA REAZIONE DELL’ITALIA

L’Italia, tramite il CONI, ha mostrato solidarietà al CIO, appoggiandolo nel percorso che sta compiendo per salvaguardare la salute degli atleti. Giovanni Malagò, presidente del CONI, parlerà giovedì in una riunione straordinaria del Comitato, cui prenderà parte, in video conferenza, anche il ministro Spadafora. Alla riunione parteciperà anche Francesco Ricci Bitti, presidente delle federazioni internazionali olimpiche estive che spiega che andare oltre il 2020 creerebbe problemi per i calendari e per la dipendenza di alcune federazioni internazionali dal contributo economico olimpico.

Alcuni atleti, tra cui Filippo Tortu e Simona Quadrella, intervistati in merito hanno spiegato che la soluzione era inevitabile. Poiché non c’era più in ballo solo lo sport, ma la salute. Per questo, si dicono favorevoli al rinvio. La scelta è ragionata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × cinque =