SKY , Modugno: “La priorità è la salute di tutti, il comparto del calcio non è solo quello della Serie A”

Francesco Modugno Radio Kiss Kiss Napoli

Francesco Modugno, giornalista di Sky, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la trasmissione sportiva Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli.

Ecco quanto evidenziato da “Napoli Magazine”su intervista di Modugno :

 “La priorità è la sicurezza e la salute di tutti. Il comparto del calcio non è solo quello dei lustrini d’oro della Serie A ma c’è anche il calcio delle categorie inferiori e dietro i calciatori ci sono tanti dipendenti, massaggiatori, membri dello staff, magazzinieri e tante altre persone che con il calcio ci mantengono la famiglia. L’Italia è lunga e nella sua lunghezza ci sono tante realtà. Ci sono dei paesini che meritano tutta la dignità che merita anche la grande città e se dovesse arrivare lì il virus sarebbe vera emergenza. Italia e Spagna oggi hanno dati più alti della Cina, che è stato il più grande focolaio del mondo. Italia e Spagna hanno più morti di Wuhan”.

Il giornalista Sky, Francesco Modugno, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli dove ha parlato anche della possibilità del taglio degli stipendi:
“Bisogna trovare unità di intenti. Lega e società sono da una parte, l’AIC non so se sarà d’accordo con la riduzione degli stipendi ai calciatori, ma sicuramente ci sarà un’apertura. La riduzione sarebbe almeno del 30%, che è tanto e quindi bisognerà vedere se ci sarà la volontà di tutti“.

Alcuni giorni fa Modugno già si era soffermato sempre ai microfoni di Radio Kiss Kiss sul delicato  momento storico che il calcio e l’Italia intera sta vivendo

“In questo momento sembra tutto molto superfluo, ma quando si tornerà a parlare di calcio, ci sono aspetti formali che torneranno all’ordine del giorno.”

Su Callejon aveva dichiarato segue

“Per Callejon la situazione è differente rispetto a quella di Dries Mertens, anche se anche con il belga ci sono delle cose da sistemare. Vedremo nei prossimi giorni cosa accadrà in tal senso“.

🖨

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *