fbpx

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z – Sarri chiama Milik in attesa dei rinnovi e delle decisioni sul prosieguo della stagione

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z special edition si avvia verso la stretta finale: in settimana infatti il Governo deciderà se proseguire o meno la serie A, B e C e si deciderà il destino dei vari club

In settimana le linee da perseguire sono state chiare: si è registrata però una rottura tra i vari presidenti della massima serie in attesa delle indicazioni dei comitati scientifico-sanitari e del Governo. Nel frattempo il Napoli inizia a guardarsi intorno per il mercato con le prime indiscrezioni che emergono al’ombra della Mole…e che proprio non vi piaceranno. Tutti i dettagli in questo nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z!

A come Abbracciame

Era soltanto inizio settimana scorsa quando Arek Milik ha pubblicato una bellissima foto sui social, palesando la sua tristezza nello star lontano dai campi verdi di calcio, con lo stop a tutte le competizioni sportive. “Non vedo l’ora di riabbracciarvi tutti” scrive sui suoi profili, infondendo ottimismo ai supporter partenopei (LEGGI IL POST). Poi, le notizie di mercato hanno completamente cambiato il quadro della situazione. Mai una gioia, insomma. 

B come Basta

La quarantena come periodo di riflessione sulla propria vita, sul presente e soprattutto sul futuro. Ben lo sa Lorenzo Insigne che qualche giorno fa ha compiuto una decisione importante: ha infatti detto addio al suo procuratore Mino Raiola, staccandosi da un personaggio molto forte ed influente nel mondo del calcio (LEGGI I DETTAGLI). Poco noti i motivi di questa decisione ma sembra abbia a che fare con il rinnovo azzurro. Sono però già spuntati i primi pretendenti come successori…e che successori. Correre alla lettera O per credere.

C come Caos

La domanda più ricorrente in questi appuntamenti del Campionato del Napoli dalla A alla Z special edition riguarda proprio la possibile ripresa della stagione sportiva, in tutte le sue competizioni. Beh, questa grande incognita avrà risposta mercoledì, quando prenderà il via un’assemblea straordinaria tra gli organi competenti del Governo ed i rappresentanti di serie A, B e C per parlare proprio del futuro (LEGGI I DETTAGLI). Ancora qualche giorno di attesa e si saprà cosa succederà quindi nei prossimi mesi. Sperando che si tuteli la salute davvero di tutti.

D come Dopo

Ne abbiamo parlato negli scorsi appuntamenti del Campionato del Napoli dalla A alla Z e lo confermiamo anche oggi: è ancora presto per parlare di mercato ma il taccuino di Giuntoli è ricco di possibilità, alternative, idee, piani d’azione in particolar modo se dovessero andar via i big. Tra i più richiesti c’è Koulibaly ed è stato individuato un giocatore che potrebbe rinforzare la difesa partenopea. Si tratta di Alessio Romagnoli, dalle caratteristiche molto diverse ma che piace particolarmente al diesse azzurro (LEGGI L’INDISCREZIONE). Ai posteri l’ardue sentenza.

E come England

Non si può parlare di mercato prescindendo dalla Premier e dall’Inghilterra che tanto sta tentando i talenti del Napoli. In primis il Chelsea che sta corteggiando ormai da tempo Dries Mertens insieme all’inserimento del Newcastle (LEGGI LA NOTIZIA), l’Everton di Ancelotti che punta i big partenopei che ben conosce ed ancora l’onnipresente duo City-United che ha messo nel mirino Koulibaly. Insomma, attenti all’Ighilterra, attenti al mercato d’oltre Manica che tanto potrebbe far male all’ombra del Vesuvio.

F come Forza

Ormai è risaputo il cuore grande dei protagonisti azzurri, ancor più in questo momento di difficoltà. In settimana è emersa una notizia che in realtà voleva restare sottobanco: c’è stata una telefonata tra il tecnico Rino Gattuso e Dries Mertens per far ripartire la catena di solidarietà nei confronti dei dipendenti cassa integrati del club. Un giro di chiamate a tutta la squadra ed un concreto regalo a quei dipendenti e collaboratori che si sono ritrovati con stipendi dimezzati o sospesi (LEGGI LA NOTIZIA) a conferma di quanto il Napoli tutto sia una vera ed enorme famiglia.

G come Gemelli

Uno è greco, l’altro di Corigliano. Il primo è alto, muscoloso e fa a sportellate con gli attaccanti avversari, l’altro meno prorompente ma nessuno morde le caviglie degli antagonisti come faceva lui. Cosa hanno quindi in comune? Ringhiano entrambi, hanno gli occhi di brace e quando parlano i muri tremano. Insieme sono una forza: Kostas Manolas agli ordini di Gennaro Gattuso, così diversi ma anche così simili come conferma il difensore azzurro in un’intervista (LEGGI LE SUE PAROLE). Un bellissimo legame destinato a perdurare nel tempo e che farà le fortune del Napoli, ne siamo sicurissimi.

H come Ho detto no

Finalmente tra qualche giorno capiremo se ci sono tutti i crismi per far riprendere il calcio. In queste settimane però, i presidenti della massima serie si sono divisi tra chi ha voglia di giocare ancora e chi invece ritiene più opportuno interrompere qui il campionato per motivi di sicurezza (LEGGI I DETTAGLI). De Laurentiis è tra i pro ripresa insieme ad altri 11 patron, Cellino tra i contro in compagnia di altri 6 presidenti. Ne manca uno…indovinate di chi si tratta? Del neutrale Ferrero che sta ancora riflettendo…ed ha solo 48 ore per giungere ad una conclusione.

I come Incredibile

Passiamo ora alle dolenti note di questo Campionato del Napoli dalla A alla Z special edition. Nessun fronzolo, non ci giriamo intorno: eh sì, è giunta voce da Torino che Arek Milik sia promesso sposo della Juventus, parola di Tuttosport (LEGGI L’INDISCREZIONE).  Sembra proprio che Maurizio Sarri abbia convinto l’attaccante azzurro ad accettare la corte della Vecchia Signora sin da questa sessione di mercato, spalla ideale di CR7 nonostante le reticenze del Napoli. Mi dispiace, non riesco a commentare altro: corro a prepararmi una camomilla…

L come Leader

Ha parlato in settimana uno dei leader del Napoli, Kostas Manolas che ha speso proprio su questo argomento bellissime parole riguardanti il gruppo partenopeo. “Personalmente non mi piace la parola leader. Io credo che tutti dobbiamo essere importanti per il gruppo. Qui ci sono tanti calciatori di valore, sia tecnico che umano, che possono portare questa squadra in alto” (LEGGI L’INTERVISTA).Coraggio, passione, sicurezza, impegno e ambizione: sì Kostas, sei proprio un grande leader!

M come MyLove

Abbiamo parlato di mercato, di cambiamenti ed adesso anche di parole d’amore: è questo il caso di Dries Mertens che qualche giorno fa ha pubblicato sui social una bellissima foto mentre bacia un pallone in allenamento con il Napoli, con la didascalia “Miss you my love”. Chissà se la sua bella Kat si sia ingelosita ma si sa, più del calcio non si ama nulla. Sapessi quanto ci manchi tu, Ciro!

N come Nord

Oltre ad una rottura tra i vari presidenti sul prosieguo o meno del campionato, c’è stato un altro elemento che li ha portati a questionare, ancor più serio: la possibilità di giocare le varie gare nel centro-sud Italia, dove l’emergenza coronavirus al momento sembra essere sotto controllo rispetto al Nord. Secco no delle big milanesi e della Juventus, nonostante si siano individuati numerosi campi idonei già nel Lazio (LEGGI I DETTAGLI) per permettere a tutti di giocare in campo neutro…ed ovviamente a porte chiuse. Caos. 

O come Offerta

Indiscrezione che preferisco in questo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z. Ad inizio rubrica abbiamo già parlato della rottura tra Lorenzo Insigne ed il suo procuratore Mino Raiola ed indovinate un po’ chi si è proposto autonomamente come successore? Rullo di tamburi: mister Francesco Totti. Eh sì, l’ex capitano della Roma adesso gestisce anche un’agenzia che cura la procura dei calciatori ed in una telefonata scherzosa con il capitano azzurro si sarebbe dimostrato disponibile nell’intraprendere un percorso insieme (LEGGI LA NOTIZIA). Basta che non lo ceda poi alla Roma, eh.

P come Perdono

E’ stato tempo di Pasqua, di risurrezione, di redenzione ed in questo Campionato del Napoli dalla A alla Z vi parliamo anche di perdono. Di chi capisce di aver detto una baggianata e torna, seppur dopo un po’ troppi anni, sui propri passi. Si tratta dell’allenatore dell’Avellino Eziolino Capuano che all’arrivo in azzurro di Dries Mertens disse che non avrebbe giocato più di otto partite. La storia racconta per fortuna ben altro ed a distanza di un bel po’ di mesi, il tecnico si è finalmente scusato dando la colpa ad una battuta poco felice poichè non conosceva il giocatore. Insomma, tutto bene quel che finisce bene!

Q come Quel rinnovo

Ahhh quel maledetto rinnovo. Ormai non si parla d’altro in casa Napoli, sin da quel 1 marzo nel quale sotto un caldo sole partenopeo De Laurentiis e Mertens hanno pranzato sul lungomare trovando l’accordo per proseguire ancora insieme, con l’azzurro nel cuore. Io ero lì casualmente a pochi passi e non ho avuto modo di incrociarli ma sembrava che nulla potesse scalfire quell’intesa… tutto, a parte una pandemia mondiale (LEGGI IL PUNTO DELLA SITUAZIONE). Tutto rimandato, meno il corteggiamento di Chelsea ed Inter che insistono per il 14 belga. Forza, non fateci penare: vogliamo ancora Mertens in azzurro!

R come Ritiro

Ahhhh, com’è strana la vita, imprevedibile, che quasi si prende gioco di noi comuni mortali mischiando sempre le carte in tavola. Solo qualche mese fa eravamo qui, prima di Natale, a parlare di ammutinamento perchè i calciatori del Napoli in ritiro forzato a Castel Volturno proprio non ci volevano andare. Eppure i risultati non arrivavano, lo spogliatoio era rotto e tutto lasciava presagire il peggio. Poi con Gattuso la musica per fortuna è cambiata ed ora in caso di ripresa delle ostilità cosa succede? Ritiro forzato a Castel Volturno. Corsi e ricorsi storici insomma ed intanto le multe sono ancora lì da pagare. Si scherza, eh. 

S come Starei benissimo

Per qualcuno che potrebbe essere ormai vicino a lasciare l’azzurro del Napoli, c’è qualcun altro che quel colore del cielo e del mare lo brama e lo vedrebbe davvero bene sulla propria pelle. Si tratta di Mario Balotelli che ha lanciato parole d’amore a quel club spesso vicino ma mai così tanto da afferrarlo: “Starei benissimo al Napoli, veramente. Mia figlia la faccio diventare capo ultras, lei tifa Napoli, non ne vuole sapere del Brescia!” (GUARDA IL VIDEO). Forza DeLa, facci un pensierino!

T come Team Rino

Se avesse bisogno di un sponsor, lo avrebbe sicuramente trovato in Fabio Cannavaro. Il tecnico azzurro Rino Gattuso si gode le belle parole dell’ex compagno di Nazionale e campione del Mondo, in attesa di una promessa da mantenere: “Il Milan ha sbagliato, purtroppo non l’hanno capito, Rino è preparato, ti dà fiducia, fa giocare bene e quindi merita la fiducia del Napoli. Appena possibile gliel’ho detto, insieme a Totti lo andiamo a trovare per salutarlo” (LEGGI LE SUE PAROLE). Che trio, che meraviglia!

U come Undici mesi

Deadline per la fine della quarantena: 4 maggio. Deadline per la ripresa del campionato a porte chiuse, ancora ignota ma verso giugno se tutto va bene. Infine, deadline per tornare a riempire gli stadi, marzo 2021. Eh sì amici del Campionato del Napoli dalla A alla Z, sembra proprio che dovremo stare un bel po’ di tempo senza il San Paolo, senza i cori dei supporter sugli spalti, senza trasferte, senza vedere gli azzurri giocare dal vivo, senza le emozioni che solo uno stadio sa dare. A pensare che siamo già in crisi di astinenza ma non molliamo, in attesa di un mondo migliore.

V come Vi avviso

Un avviso giunto nelle scorse ore ai big della serie A in vista delle assemblee dei prossimi giorni sulle decisioni da intraprendere per il futuro della stagione calcistica. Scudetti, classifiche, gare, Coppe: chi più ne ha più ne metta ma il presidente del Coni Giovanni Malagò è chiaro, tutto ma non assegnare scudetti a tavolino (LEGGI LE SUE PAROLE). Su questo sono tutti d’accordo: tifosi, club, addetti ai lavori anche se poi l’alternativa nel caso sarebbe soltanto una, quella di giocare e non si sa ancora quanto sia fattibile. Non ci resta che attendere…e ben sperare.

Z come Zapping

Noia da quarantena, si fa un po’ di zapping e l’occhio cade su una versione moderna di Scherzi a parte. No, non è il nuovo palinsesto tv bensì la considerazione che hanno i tifosi della Juve rispetto alle possibili decisioni del Governo di traslocare la serie A in campi neutri al Centro-Sud, lontani dalle zone rosse. Non volete giocare al San Paolo? Non sapete cosa vi perdete: rinnovato è davvero bellissimo (LEGGI LA NOTIZIA). E tranquilli: con le restrizioni a porte chiuse non c’è pericolo del fattore campo. Anche se la sua aura qualche potere ce l’ha…provare per credere.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − due =