fbpx

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z – Gli azzurri tornano ad allenarsi tra nascite, i ricordi dello Scudetto e le suggestioni di mercato

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z vede un grande cambiamento rispetto al passato: si torna infatti in campo, per ora quello di Castel Volturno, per tamponi ed allenamenti individuali

Qualcosa si muove in questa lunga stasi dovuta all’emergenza Covid-19, tutt’altro che definitivamente debellata. Nonostante ciò l’avvento della fase 2 ha riavvicinato il calcio giocato ai suoi protagonisti, con la speranza che possa andare tutto per il meglio. Ma non solo allenamenti e tamponi: dichiarazioni, mercato, il ricordo dello scudetto dell’87 e tantissime curiosità in questo nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z!

A come Addio

Ci siamo. Siamo arrivati ai titoli di coda dopo mesi, anni di addii annunciati. Termina qui anche se non si sa ancora bene quando, la storia tra Hysaj ed il Napoli. Lo ha giurato il suo procuratore Mario Giuffredi (LEGGI LE SUE DICHIARAZIONI) che non è nuovo a dichiarazioni pepate in momenti poco consoni e colpi di scena degni dei migliori film Delaurentiisiani. Così, a sentimento, faccio ancora fatica a credergli: la Roma è alle porte (LEGGI LE ULTIMISSIME), il Napoli attende. Anche perchè di problemi già ce ne sono troppi in tempi di pandemia.

B come Benvenuta

Benvenuta Azzurra! In settimana è nata la primogenita di casa Di Lorenzo e sì, avete letto bene: ha un nome davvero splendido, che rievoca tutta la bellezza di Napoli e del Napoli (LEGGI LA NOTIZIA). Augurissimi ovviamente ai neo genitori ed anche noi della redazione di Casanapoli.net ci uniamo ai tanti messaggi social ricevuti anche di compagni ed ex compagni. E siamo certissimi che la piccola crescerà benissimo e con il cuore…azzurro.

C come Contagiati

Cari amici del Campionato del Napoli dalla A alla Z, la situazione non è proprio rosea. Prima settimana di tamponi per la serie A ed i risultati hanno portato alla luce qualche problematica. Numerosi contagiati tra Torino, Fiorentina e Sampdoria con casi tra giocatori, staff ed asintomatici (LEGGI LE ULTIME). Tutto sotto controllo invece a Napoli, con gli esami da ripetere ancora in settimana ed i complimenti del presidente De Laurentiis per il primo step superato (LEGGI LA NOTIZIA). Incrociamo le dita.

D come Dog training

Ne abbiamo già parlato negli scorsi appuntamenti del Campionato del Napoli dalla A alla Z e non poteva di certo mancare anche in questi giorni. Diego Demme prosegue a far allenamento livello strong fuori al suo terrazzo paradisiaco con un compagno d’eccezione, il bellissimo cane Bonnie (GUARDA IL VIDEO). Gli girerà sicuramente la testa a furia di dribbling ubriacanti del suo padrone ma intanto è diventata una star del web. Mica pizza e fichi, eh!

E come Europa

Difficile immaginare un preciso prosieguo della stagione calcistica, in primis per la serie A ma ancor più per le Coppe europee. Quando però intorno è tutto incerto c’è soltanto da fissare bene i propri obiettivi e stringersi tutti remando nella stessa direzione. Ben lo sa il Napoli che riapprocciandosi in settimana a Castel Volturno ha voluto consacrare questo periodo con un patto Europa.  In caso di ripresa del campionato infatti, il diktat è vietato mollare: se la Champions è un miraggio, l’Europa League è da blindare (LEGGI I DETTAGLI).

F come Forcing

Si parla anche di mercato in questo nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z. Tanti nomi in orbita Napoli, in orbita Serie A, in orbita big…insomma, resta tutto un grande caos così come i migliori talenti restano ovviamente nel mirino delle migliore squadre d’Italia e d’Europa. Tra questi Sandro Tonali, classe 2000 (beato lui…) in forza al Brescia alla ricerca del salto di qualità. Tra questi Inter, Milan, Juve, Atletico e timidamente anche il Napoli (LEGGI I DETTAGLI). Mission impossibile ma tentar non nuoce.

G come Gruppo

Riprendiamo ancora una bella notizia della quale avevamo già accennato negli scorsi appuntamenti del Campionato del Napoli dalla A alla Z. Ben 23 dipendenti della SSC Napoli sono stati messi in cassa integrazione incorrendo a grandi difficoltà economiche in questo periodo di pandemia. E’ emersa la notizia che tutto il gruppo squadra azzurra ha aiutato gli stessi dipendenti del club, inserendo in ognuna delle buste il corrispettivo di due mensilità del loro stipendio. Questo è un vero gruppo, questo è il Napoli. 

H come Happy BDay

Settimana di compleanni e di auguri: è toccato a Dries Mertens che il 6 maggio ha spento ben 33 candeline, raccogliendo gli auguri ed i post di compagni, uomini di sport e di calcio. Che Ciro si faccia voler davvero bene da tutti non è una novità ed ormai anche per noi è come un congiunto: ci sarà tempo per festeggiare insieme ma ciò che sta raccogliendo e dando all’ombra del Vesuvio resterà indelebile davvero per sempre.

I come Incancellabile

Momento romantico del Campionato del Napoli dalla A alla Z. La storia ha voluto una data: 10 maggio 1987. Personalmente avevo 10 mesi e sono ben conscia di essermi persa il momento più bello della mia squadra del cuore. Un’emozione senza precedenti, il primo scudetto, la rivalsa di una squadra, di una società, di una città che da underdog ha superato le grandi potenze calcistiche del Nord. Maradona, le sue imprese, il San Paolo festante: i brividi a rivederne video e foto e che ancora lasciano immense emozioni ad ogni ricordo dei protagonisti (LEGGI LA STORIA). Sperando di poterne vivere ancora tante di quelle emozioni anche se il primo scudetto non si scorda proprio mai.

L come Luce

Impossibile dimenticare il bruttissimo momento che l’Italia, l’Europa ed il mondo tutto ha vissuto ed ancora sta vivendo. Si intravede una luce in fondo al tunnel, resa meno fioca dalla grandissime generosità registrata in questo lungo lasso di tempo che ha portato dietro di sè cordoglio, lutto e paura. Non è mancata mai la voglia di reagire e lottare così come quella di aiutarsi: di grande altruismo anche il Napoli con la sua Charity Food che prevede la distribuzione di altre 10 tonnellate di generi alimentari alle fasce più bisognose della popolazione (LEGGI I DETTAGLI). Applausi!

M come Meridione

No, al meridione proprio non ci vorrebbero giocare (LEGGI LA NOTIZIA). Ma cosa vi dà noia? L’azzurro del cielo terso, l’aria che soffia calda di giorno e frizzantina di sera già in primavera, quei panorami mozzafiato con il mare alle spalle, il sole che riscalda i cuori e le intenzioni future e dà un senso alla caducità della vita. Cosa non vi convince? Che poi parliamo sempre di porte chiuse, senza condizionamenti: se non quelli di un virus che ha completamente cambiato la percezione del mondo e delle priorità da seguire nella vita, eh.

N come Novità

In settimana si è parlato tanto anche delle possibili novità che riguardano i massimi campionati italiani. Con la percezione che serie A e serie B possano proseguire anche se certezze in merito non ce ne sono ancora ovviamente, la vera e propria rivoluzione riguarda la Serie C e la D. La cadetteria infatti dovrebbe comprendere due gironi da 20 squadre mentre l’ex Lega Pro assumerebbe così un tono dilettantistico inglobando quindi più team dalla quarta serie. Insomma, un progetto difficilmente perseguibile ma che darebbe una scossa a tutti. Attendiamo riscontri.

O come Off limits

Cambia tutto in tempo di pandemia, ancor più perchè il Napoli non ha alcuna intenzione di svendere i suoi giocatori. Tra questi anche Lozano che non ha trovato in azzurro il minutaggio e la fiducia che si aspettava, complice un’annata di sicuro tra le più difficili degli ultimi anni partenopei. Nonostante ciò, sembra proprio che il presidentissimo De Laurentiis lo voglia blindare o almeno sicuramente non “regalare” (LEGGI LA NOTIZIA). Si va quindi verso la permanenza com’è giusto che sia: seconda chance e tutti contenti. Anche i tifosi messicani.

P come Pupillo

Ahhh come gioca bene Ciro Immobile. Star indiscussa non solo della serie A ed anche sui social con la moglie Jessica e le bellissime figlie, è l’oggetto del desiderio di tanti club. Anche del Napoli, ovviamente (LEGGI L’INDISCREZIONE). Da partenopeo doc infatti, sarebbe il protagonista di una bella favola con le ambizioni partenopee ma è difficilissimo che la Lazio se ne privi facilmente. I partenopei poi devono prima chiarirsi le idee su chi andrà via proprio per il reparto più avanzato. Troppi rebus ma intanto, questa suggestione ce la teniamo. E la culliamo, senza però illusioni, mi raccomando.

Q come Quarantena

Cambiano le abitudini in tempo di quarantena allargata e ben lo sanno i calciatori del Napoli che ieri in piccolissimi gruppi, si sono ritrovati a Castel Volturno per i primi allenamenti individuali. Mascherine, coperti il più possibile e soprattutto con tante precauzioni da osservare. La più curiosa ha riguardato i saluti: i giocatori infatti non si vedevano da più di due mesi ma non hanno potuto avvicinarsi per salutarsi. Come fare? Beh, Manolas e Meret ad esempio hanno avvicinato le loro auto parcheggiate per scambiarsi un sorriso e qualche battuta. Insomma, l’amore ai tempi del coronavirus.  

R come Ripresa

Lo abbiamo anticipato nella precedente lettera e lo possiamo scrivere a gran voce in questo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z: gli azzurri sono tornati a Castel Volturno, alleluja alleluja. Speriamo non sia solo un’illusione e che vada tutto bene, in primis per debellare questa assurda pandemia. Come riporta il sito del Napoli, allenamenti individuali e ben distanziati in gruppi. Permesso speciale invece per il neo papà Di Lorenzo (LEGGI I DETTAGLI). Bentornati, ragazzi!

S come Scambio

Ritorniamo a parlare di mercato in questa nuova finestra del Campionato del Napoli dalla A alla Z. Oltre le suggestioni e gli addii, si è parlato ancora di scambi. Il più ghiotto riguarderebbe Petagna, già acquistato dagli azzurri e Belotti, che da sempre piace al club partenopeo (LEGGI LA NOTIZIA). Ecco, ora mi rivolgo direttamente ai vertici: per quanto ammiri il forte Gallo di granata vestito, perchè non dare una chance al Petagnone nazionale? Mi assumo le mie responsabilità, con la sensazione che Gattuso la pensi nello stesso modo. Magari prenderli entrambi! Basta, sto esagerando. 

T come Tamponi

Ora vi raccontiamo una bella storia. Dries Mertens è tra i primi giocatori ad effettuare il tampone di controllo a domicilio. Ad avere l’onore e l’onere di effettuare un controllo è un infermiere partenopeo che appena si rende conto che davanti ha Ciro, quasi si commuove. “Sono un tuo fan e sei l’idolo di mia figlia, grazie per ciò che fai in azzurro” gli dice. Ed il belga risponde: “Sono io un tuo fan, grazie a voi per il lavoro fondamentale che svolgete” (LE PAROLE DI DRIES). Unico!

U come Unico

Questa volta raddoppiamo con le storie che scaldano il cuore. In questo periodo regnano sovrane le ansie e le paure ma c’è qualcuno che la volontà di mollare proprio non ce l’ha. E’ Sinisa Mihajlovic, tra i primi a tornare a correre sui campi del Bologna, solitario e con una voglia matta di lasciarsi alle spalle quei 300 giorni infernali. Non solo di terrore e pandemia ma di una lotta contro un male ancor più grande che lo ha colpito quando il coronavirus era ancora molto lontano. Il sorriso di sempre, così come la voglia di superare ogni ostacolo, un esempio stupendo di abnegazione da seguire in tutto e per tutto (LEGGI LE SUE PAROLE). Chapeau.

V come Verso il sì

Ancora un po’ di mercato prima di salutarci e dare appuntamento alla prossima settimana per il Campionato del Napoli dalla A alla Z. Nella giornata di ieri è emerso un “nuovo” nome per l’attacco azzurro, che potrebbe arrivare persino dalla Russia, precisamente dallo Zenit di San Pietroburgo. Il suo nome è Sardar Azmoun, 25 anni, 1.86 per 80 kg, calciatore iraniano e titolare in Nazionale. Sì al Napoli e la volontà di vestire la maglia partenopea (LEGGI LE ULTIMISSIME), con totale gradimento alla piazza. Ben fatto!

Z come Zielu

Concludiamo con il sorriso, con una questione che sembra ormai risolta. E’ quella che lega ancora Piotr Zielinski al Napoli, da tempo alle prese con il rinnovo. Se restano in stand by le situazioni di Callejon, Milik e Mertens su tutte, quella del polacco sembra volgere verso il meglio: contratto prolungato, raddoppiato nell’ingaggio e clausola rescissoria da definire tra i 50 e gli 80 milioni di euro (LEGGI I DETTAGLI). Finalmente!

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 2 =