fbpx

Gazzetta: Si ai cinque cambi ma con tre interruzioni.

Protocollo covid

Novità per la ripresa: via ai cinque cambi ma le interruzioni saranno sempre tre, si eviteranno le perdite di tempo.

Come abbondantemente annunciato, ecco i cinque cambi a partita. Ieri la FIGC ha ufficializzato la decisione per sopperire in qualche modo alla fatica e al caldo che inevitabilmente caratterizzeranno la ripresa del torneo di serie A. Un calendario di 12 gare compresse in appena 44 giorni.

Come sottolinea la “Gazzetta dello Sport”, i cinque cambi non influiranno sulla durata delle partite con il rischio di spezzettare troppo il gioco in campo.

Si potrà infatti procedere alle sostituzioni soltanto in tre “finestre” per gara, oltre che nell’intervallo. Una quarta “finestra” può essere introdotta nella coppa, in caso di supplementari. L’obiettivo di questa decisione è quello di evitare troppe sostituzioni volte alla sola perdita di tempo nei finali di gara.

Decisione presa quindi ma con dei paletti, non si può danneggiare il gioco del calcio, già pieno di troppe interruzioni più o meno volute.

Con l’ufficialità di questa decisione il calcio davvero può ripartire con la Coppa Italia prima e le restanti 12 giornate di campionato poi.

Scongiurato il rischio di deciderei verdetti con algoritmi e altri modi “poco usuali” per uno sport che fa della competizione la sua spina dorsale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *