fbpx

Sarri – Napoli: “Meglio solo ai rigori”

Sarri – Napoli: “Meglio solo ai rigori”

Maurizio Sarri ai microfoni della GazzettaTv analizza la finale di Coppa Italia tra la sua Juventus ed il Napoli, giocata mercoledi scorso allo stadio Olimpico di Roma:”Il Napoli ha vinto meritatamente perchè ha tirato meglio i rigori contro di noi. Durante la partita ho visto due squadre sotto ritmo con grandi difficoltà a rendersi pericolose, quindi una partita che dopo mezz’ora ha cominciato a dare la sensazione di un risultato di un possibile 0-0. Dal punto di vista fisico li ho visti come noi. Poi se si parla di meriti ai calci di rigore, oggettivamente, li hanno calciati molto meglio di noi”.

Sarri riparla di Napoli Juventus

Queste le parole di Maurizio Sarri che ritorna sulla finale dell’Olimpico non senza il rimpianto di non aver potuto ottenere il primo titolo da quando è alla guida della squadra bianconera, ma anche ridimensionando quella che per il Napoli è stato un piccolo miracolo calcistico.

Secondo chi scrive, la squadra azzurra ha fatto la partita perfetta convogliando le energie nel mantenere la squadra compatta nei reparti e registrando di volta in volta il baricentro.

Gattuso ha vinto durante i 90 minuti

In questo modo mister Gattuso ha mutuato dal suo 4-3-3 in attacco e dalla diversità del modulo difensivo, quando era opportuna un’attenta copertura difensiva (4-1-4-1), una partita sapientemente giocata che ha imbrigliato Sarri, convinto che il Napoli stesse attuando un passivo catenaccio difensivo.

Non è stato così e chi ha visto l’incontro ha anche apprezzato le tante occasioni offensive, minimo 4, che il Napoli si è procurato e che soltanto per mera sfortuna, il palo di Insigne e il palo di Elmas, non si sono trasformate in reti.

Cosa avrebbe detto Maurizio Sarri se quelle azioni avessero gonfiato il risultato a favore del Napoli? Sarebbe stata soltanto una mera sfida vinta ai rigori dal Napoli?

I problemi della Juventus

I problemi per la Juventus sono evidenti: la squadra non sa più creare il gioco per la finalizzazione di Cristiano Ronaldo che, dal canto suo, resta l’unica soluzione, in questo momento, per superare le difese avversarie.

Lo stesso Cristiano ha una forma fisico-atletica precaria, non consona al campione che conosciamo.

Le altre soluzioni sono allo stesso modo o acciaccate, vedi Higuain, oppure ai limiti della decenza sportiva, vedi Dybala, a corto di fiato e con grandi difficoltà a vedere la porta.

Il centrocampo non è ancora pienamente operativo e dalle fasce non arrivano spunti degni di nota per spingere la squadra e offrire soluzioni diverse di gioco.

Tiki Taka no limits, no

In ogni caso del famoso gioco sarriano, che tanto ha allietato la permanenza di Maurizio Sarri a Napoli,

facendo impazzire il mondo anche senza vincere nulla di importante, nella Juventus non vi è assolutamente nulla,

ne in termini di gioco (il famoso Tiki Taka), ne in termini di mentalità trasmessa ai calciatori.

Prepariamoci ad assistere ad una debacle dei bianconeri se, nell’immediato futuro, la squadra non dovesse invertire la rotta e se in assenza di ulteriori strategie…, dovesse continuare questo tran tran.

Chi scrive non esclude l’esonero del comandante dalla guida dei piemontesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 5 =