fbpx

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z – Quinta sinfonia e “SPALlata” alla classifica in attesa del big match di Bergamo

campionato del Napoli dalla A alla Z

Il campionato del Napoli dalla A alla Z prosegue nel migliore dei modi per gli azzurri, con la quinta vittoria consecutiva in campionato, questa volta ai danni della Spal

Le reti di Mertens, Callejon e Younes archiviano in scioltezza la gara del San Paolo, con la marcatura del momentaneo pari di Petagna che illude gli ospiti. Tutte le dichiarazioni, le indiscrezioni, i dettagli e le curiosità della settimana in un nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z!

A come Aste

Non solo questioni di campo nel Campionato del Napoli dalla A alla Z ma anche di cuore e di beneficenza, ciò che conta davvero per aiutare il prossimo. E’ questo il caso, come spesso ne abbiamo parlato, del progetto Charity promosso proprio dal club azzurro e che ha riscosso tantissimo successo nelle prime due aste organizzate per aiutare numerose associazioni no profit (LEGGI I DETTAGLI). In palio palloni e cimeli della semifinale di Coppa contro l’Inter per l’ennesimo gesto davvero importante della società.

B come Ballerino

Scene da film nel Campionato del Napoli dalla A alla Z. “Pronto Josè, come stai?” “Ehy capitano, che piacere! A cosa devo questa telefonata nel cuore della notte?” “Josè, mi devi spiegà una cosa. Come si fanno quei cosi con la musica sul telefono”. “Ma cosa, Lorè”. “Quei cosi, i ticcheetttooc” “I che?” “I tiiiccheeettooooc Josèè, ià, nun  fa fint e nun capì, è ugente”. “Aaaah, i balletti di TikTok!” “Ehhh, quelli, Genny mi sta costringendo…”. Immagino così il rito di iniziazione di capitan Insigne a TikTok, con il consueto balletto ormai trend topic che proprio non è ndato come prevedeva: gomitata nell’occhio dell’amico e ricche risate. Subito a ripetizioni da Callejon, su!

C come Compattezza

E’ un Napoli unito, compatto, di carattere, che rema nella stessa direzione per arrivare lontano. Parola di Matteo Politano in settimana alla radio ufficiale partenopea, svelando i segreti e le carte vincenti della sua squadra ed analizzando il momento dei partenopei (LEGGI LE SUE PAROLE). Diktat da leader, nonostante sia uno degli ultimi arrivati ma freccia imprescindibile nella faretra di Gattuso. Chapeau anche da parte del Campionato del Napoli dalla A alla Z.

D come Di prima

Un bel Napoli quello di questo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z e che nella calura di Fuorigrotta non si dimentica del bel gioco e sciorina ottime trame, pressing e triangolazioni sin dai primi minuti del match. Ma soprattutto, segue alla lettera le indicazioni di Gattuso, che già nelle scorse uscite aveva promesso a tifosi ed addetti ai lavori un Napoli più brillante e spumeggiante (LEGGI LE PAROLE). Detto fatto, tutto di prima, anche in gran parte nell’azione che porta al bel gol di Mertens ed al raddoppio di Callejon. Diesel.

E come Estemporaneo

Ciliegina sulla torta del Campionato del Napoli dalla A alla Z. Entra e segna dopo un solo giro di lancette Amin Younes, che al 76′ rileva Callejon e, neanche il tempo di capire precisamente la sua posizione in campo, supera immediatamente Letica chiudendo blindando anzitempo il risultato. Il gran cross di Fabian Ruiz che vede l’inserimento del compagno, viene sfruttato al meglio: il colpo di testa non è la sua specialità ma si gode il bel momento…ed anche gli schiaffetti dei compagni che lo festeggiano nel migliore di modi, confermando le intuizioni di Gattuso nei cambi della ripresa ed un ottimo voto in pagella (LEGGI QUI).

F  come Futuro

Resta, parte, è già venduto, eh no, invece Gattuso lo vuole ancora, ma forse non lo convince, eppure il rinnovo è ad un passo. Ahimè non parliamo di Josè Maria Callejon bensì di Elsi Hysaj, tra i protagonisti del gossip di questo nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z. Sembra proprio infatti che il terzino albanese sia destinato a vestire ancora l’azzurro, complice l’insistenza del tecnico di Corigliano, contro tutte le aspettative (LEGGI LE ULTIME). Per il momento Mario Rui in campo titolare ed ancora un mese di attesa per conoscere il futuro.

G come Gratis

Impossibile non parlare di Josè Maria Callejon anche in questo nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z. Le strade dello spagnolo e del club di De Laurentiis sembrano ormai definitivamente divise, con il contratto ufficialmente in scadenza al 31 giugno pronto però per un particolare rinnovo. Fino a fine campionato insieme agli azzurri e soprattutto “senza spese extra”: il forte giocatore ha infatti deciso di prolungare senza gravare sulle casse partenopee (LEGGI LA NOTIZIA), confermando il gran cuore e l’immenso attaccamento alla maglia che lo ha sempre contraddistinto. Unico!

H come Ha dato tanto

Bellissime parole per il suo Napoli come sempre a fine gara quelle pronunciate da Rino Gattuso, analizzando il momento dei suoi in vista della prossima delicatissima gara a Bergamo contro l’Atalanta (LEGGI LE SUE PAROLE). Carica e concentrazione in vista del big match con la Champions nel mirino ma soprattutto un ringraziamento a Callejon per il rinnovo fino a fine agosto: “Ha dato tanto al Napoli e sono contentissimo abbia firmato”. Aria di famiglia, cari amici del Campionato del Napoli dalla A alla Z.

I come In forma

Ci eravamo illusi all’inizio del Campionato del Napoli dalla A alla Z di arrivare allo scontro diretto (se proprio così lo vogliamo chiamare per dare pepe alla settimana… ndr) contro l’Atalanta con un paio di punticini di differenza in meno. Eh sì, ci eravamo illusi quando gli orobici sono subito passati in vantaggio e l’Udinese ha pareggiato, tenendo botta per tantissimi minuti. Nella ripresa però, ahimè tutto è tornato alla “normalità”: tris della Dea che conquista altri tre punti pesantissimi ed arriva allo scontro contro Insigne e soci con un gap ancora troppo corposo. Sogni appesi. 

L come Leva e metti

Non trova pace la fascia di capitano durante Napoli-Spal. Nella ripresa infatti, in pochissimi giri di lancette fluttua sulle particolarissime braccia di tre partenopei. Prima, di diritto su quella di Insigne fino al 63′ quando uno scatenatissimo Lozano prende il posto del 24 di Frattamaggiore. Ecco che passa sul forzuto ed onorevole bicipite di Koulibaly ma ahimè soltanto fino all’80’: Gattuso richiama in panchina il difensore lasciando spazio a Manolas ed è pronto un nuovo proprietario… Hysaj. Post muto, silenzio stampa in questo Campionato del Napoli dalla A alla Z. Si scherza, eh!

M come Messi in difficoltà

Parola di Gigi Di Biagio che loda comunque la sua Spal per l’atteggiamento visto a Napoli e per qualche timore arrecato nel primo tempo dalle parti di Meret (LEGGI LE SUE PAROLE). “Avevo cercato di mettere in difficoltà il Napoli con le due punte, ma nel primo tempo non ci siamo riusciti perchè loro hanno palleggiato molto bene. Le poche volte che siamo riusciti a rompere il pressing li abbiamo messi in difficoltà. Non sono queste le partite dove fare punti ma alla fine i ragazzi non mi sono dispiaciuti”. Come dargli torto.

N come Novità

Un po’ di novità di formazione Gattuso ce le riserva sempre. In primis a centrocampo, schierando contro la Spal il trio inedito Ruiz, Lobotka e cavallo pazzo Elmas. Bene. Tornano titolari Mario Rui ed Hysaj con Meret a difendere i pali, mentre in attacco il trio delle meraviglie Callejon, Mertens ed Insigne (LEGGI LA FORMAZIONE). Sempre versatile, sempre diverso ma l’idea di gioco non cambia, così come il caldo del San Paolo. Camaleontico. 

O come Offerta

Povero James, mai accontentato dal Real come spesso abbiamo raccontato nel Campionato del Napoli dalla A alla Z. Ne parla anche in una lunga intervista, riferendosi anche all’affare sfumato con il Napoli e quel treno per Yuma poi definitivamente deragliato. “Ho iniziato la preseason con il Real Madrid inavvertitamente, perché pensavo che questa operazione in Spagna si chiudesse. Onestamente, al club in cui volevo andare, non me lo hanno permesso. Volevano che andassi in un’altra squadra. C’era anche un’offerta dall’Italia, ma non mi convinceva perché sentivo che non fosse buona” (LEGGI LE SUE PAROLE). Un matrimonio che non s’ha da fare ma non sai cosa ti sei perso.

P come Promessa

In tanti lo aspettavano per un assaggio di Napoli, al quale però ha arrecato il dispiacere di una rete siglata. Andrea Petagna ha le stimmate da bomber e già lo abbiamo scritto più volte nel Campionato del Napoli dalla A alla Z, ma soprattutto del bravo ragazzo così come palesa anche sui social nel post gara (LEGGI I DETTAGLI). “Dispiace per il risultato, noi continueremo sempre a dare il massimo. Il San Paolo vuoto era paradossale, spero di tornarci presto per fare ciò che amo. Giocare e segnare, come un bulldozer”, scrive, facendoci sempre più entusiasmare in attesa del suo arrivo all’ombra del Vesuvio.

Q come Qualche minuto

Qualche minuto di Napoli-Spal anche per Manolas, di ritorno dopo un lungo infortunio e per Ghoulam che ormai ha ripreso confidenza con il rettangolo verde di gioco. E’ proprio il terzino partenopeo a commentare come sempre la gara sui social, con un messaggio più che eloquente: ““Dovevamo vincerla e l’abbiamo fatto. Ora testa alla prossima”. Ecco, mi raccomando giovedì, eh. 

R come Remore

Sì, cari amici del Campionato del Napoli dalla A alla Z, c’è qualcuno che aveva delle remore su Petagna. Che il bomber della Spal, siccome già acquisto da tempo dal club azzurro (LEGGI I DETTAGLI), non si potesse comportare da professionista, non palesando così le giuste motivazioni. Beh, mi sa che allora in tanti non conoscono nè il giocatore nè il calcio italiano ed i suoi protagonisti. Proprio a scanso di equivoci, al 29′ supera Meret e regala ai suoi il momentaneo pari. Ma nessun rancore: ti aspettiamo, Andrea!

S come Svegliata

Eh sì, possiamo confermarlo anche in questo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z, Ringhio Gattuso ha urlato tanto anche contro la Spal, com’è giusto che sia. Prima della rete di Petagna aveva chiesto attenzione ed anche una bella strigliata nonostante i suoi fossero in vantaggio, quasi fiutando nell’aria qualcosa che non andasse. “Kouly, diamoci una svegliata!” ha intimato al suo difensore, con fare alquanto profetico. Aspettiamo i numeri da giocare sulla ruota di Napoli, eh. 

T come Tour de force

Anche se disputata soltanto ieri in serata, è già tempo di archiviare la Spal, con un nuovo tour de force che si affaccia in casa Napoli. Giovedì, solito orario delle 19.30 il big match contro l’Atalanta, ghiotta chance di accorciare almeno un po’ in classifica, puntando ad un difficile seppur non impossibile piazzamento Champions. Ecco che come sempre Gattuso attinge alla ripresa alla folta girandola di cambi, con Insigne richiamato in panchina per rifiatare e lasciare spazio a Lozano. Smorfia del capitano, un po’ stanco ed un po’ contrariato nonostante il cinque a staff, tecnico e compagni. Daje capitano, ci servi fresco per la prossima battaglia. 

U come Un ringraziamento

Ha ragione, non smetterà mai di ringraziarlo. C’è un’intesa davvero speciale tra Fabian Ruiz e Dries Mertens praticamente da sempre ed a testimonianza di ciò il bellissimo assist che lo spagnolo ha confezionato per la rete del belga. Non bastava però celebrare la marcatura insieme, è sempre bene porre l’accento anche sui social, così come ha fatto il centrocampista con uno splendido post tutto da ridere taggando proprio il 14 azzurro, in attesa di ulteriori ringraziamenti. “Contento per la vittoria e la bella prestazione della squadra. Dries Mertens non mi ringrazierai mai abbastanza per questo assist al bacio” ha scritto. Cena pagata e quinto successo consecutivo (I DETTAGLI).

V come Virtual Audio

Condivido con voi amici del Campionato del Napoli dalla A alla Z, la mia esperienza di ieri. Ho provato infatti il Virtual Audio in telecronaca, una sorte di sottofondo posticcio, da surrogato all’assenza di tifosi (LEGGI I DETTAGLI). Tra qualche coro buttato qui e lì, i suoni delle trombette simpatiche come le vuvuzelas care alla Coppa del Mondo in Sudafrica, fischi ed applausi un po’ a casaccio, ci poniamo una domanda: ma se tutto è ripreso, se hanno riaperto cinema, locali, palestre e centri commerciali, perchè non riaprire in piccolissima parte anche gli stadi? Ah, saperlo…

Z come Zitto

Ahhh Viviano, questa volta hai proprio esagerato. Il portiere è stato protagonista la scorsa settimana di uno scomodo qui pro quo sui social, nel quale aveva asserito che senza lo stop per covid-19, avrebbe vinto la Coppa Italia sicuramente la Juventus. Via così, fiumi di polemiche. Poi, lo stesso ha rettificato con un altro post: “Ragazzi il Napoli ha strameritato, sia durante le altre partite sia in finale, ho solo detto che se non si fosse fermato il campionato la Juve (secondo me) avrebbe avuto più possibilità, e poi sono contentissimo per Gattuso, un abbraccio…”. Per la serie, se mio nonno avesse avuto tre ruote…

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 1 =