fbpx

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z – Altalena di emozioni contro il Milan, un punto a testa con Gattuso che smorza le polemiche

campionato del Napoli dalla A alla Z

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z è figlio dell’altalena di emozioni del San Paolo con i mille capovolgimenti di fronte durante il match contro il Milan

Un punto a testa con il Milan che sblocca il risultato con Hernandez e Di Lorenzo che riporta l’equilibrio in campo dopo un vero e proprio forcing dei padroni di casa. Ancora la bella rete di Mertens che ribalta il risultato ed il commentatissimo calcio di rigore trasformato da Kessie. Tutte le curiosità, i dettagli, i post social e le novità della settimana nel nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z!

A come Azzurro

Si erano alternate tantissime voci nei giorni scorsi, che davano Kalidou Koulibaly già lontano dall’azzurro, direzione Premier. Non è detto che non succeda, le vie del calciomercato covid special edition sono sempre infinite ma ciò che rincuora fortemente i tifosi è la volontà del calciatore del Napoli, più che chiara. “Voglio pensare soltanto a giocare, sono al 100 per cento del Napoli e mi dà fastidio essere accostato, ogni giorno ad un club diverso. Vorrei chiudere qui la mia carriera con un bel prolungamento” (LEGGI LE SUE PAROLE). Lacrime, brividi e felicità: Kalidou, ti aspettiamo!

B come Bottiglia

Guai a far arrabbiare Zlatan Ibrahimovic. Il 60′ è stato per lui un minuto fatale: non solo la disattenzione rossonera che è costata il gol del nuovo vantaggio azzurro con Dries Mertens e poi, come se non bastasse anche la sostituzione, come sempre avvenuta nella ripresa. Male male a tratti malissimo e via a lanciare bottigline e dare indicazioni in panchina (I DETTAGLI). 

C come Carica

Ha parlato in settimana alla radio ufficiale anche Diego Demme, che ha suonato la carica per i prossimi impegni azzurri spendendo parole al miele per la sua avventura all’ombra del Vesuvio. “Sono felice di essere a Napoli, qui c’è un ambiente magnifico. Sono qui da dicembre e mi trovo benissimo. Per di più sono molto felice che mio figlio sia nato qui” (LEGGI LE SUE PAROLE). Ed anche noi siamo felici di averti in azzurro, caro Diego!

D come Di testa

Che ci fosse qualcosa di strano in questo Napoli-Milan lo si è evinto subito, quando si è palesato Mario Rui in marcatura stretta su Zlatan Ibrahimovic. Non è la prima volta che assistiamo ad una grande prova di impavido coraggio da parte del portoghese, il quale si è guadagnato ancor più la nostra stima quando in avvio gara è persino andato a saltare sul rossonero anticipandolo di testa. Stoico. 

E come Europa

Cari amici del Campionato del Napoli dalla A alla Z, la dea fortuna quando si tratta di Champions ci volta le spalle più che mai. Anche in questo caso il sorteggio non ci ha sorriso, per quanto sia ancora aleatorio con a gara di ritorno contro il Barcellona ancora da disputarsi. Però affrontare poi ai quarti la vincente di Bayern Monaco/Chelsea credo sia davvero troppo (LEGGI I DETTAGLI), per non parlare delle eventuali semifinali, nel lato di Lione/Juventus e City/Real Madrid. Urge benedizione. 

F come Forcing

Inutile ribadirlo, amici del Campionato del Napoli dalla A alla Z, il Napoli ha subito le due reti del Milan nel suo miglior momento. Il forcing partenopeo in avvio è stato interrotto non solo dal solito Donnarumma superstar quando vede azzurro ma soprattutto da Theo, che beffa incredibilmente Ospina. Idem al momento del rigore di Kessie, quando il Napoli stava gestendo bene il match pur senza però chiudere i conti. E lo ha detto anche Gattuso, tutti a caccia di maggior cinismo (LEGGI LE SUE PAROLE).

G come Gol

Abbiamo giocato bene contro una squadra in salute che fa un buon calcio, abbiamo avuto per grandi tratti il pallino del gioco. Il gol? Ero lì, mi è arrivata sul piede, bene così”. Parola di Giovanni Di Lorenzo che colpisce il Milan e Donnarumma dando il via al forcing partenopeo (LEGGI LE SUE PAROLE). Il terzino, in modalità goleador si gode il momento: peccato soltanto di non aver portato a casa i tre punti.

H come Happy

Soddisfatto per il risultato di Napoli il tecnico del Milan Stefano Pioli. “È stata dura per la qualità del nostro avversario, avevamo speso tanto con la Juve e dopo un primo tempo di sofferenza siamo riusciti a portare a casa un risultato importante. In queste partite, se riesci a compattarti e a superare i momenti difficili, hai la possibilità di portare a casa il risultato(LEGGI LE SUE PAROLE). Analisi lucida ed un commento anche su Ibra: nessun caso e Napoli più vicino in classifica.

I come Intesa

E’ sempre un piacere vederli giocare insieme, duettare, incrociarsi, scambiarsi sorrisi, assist, gol, abbracciarsi, capirsi con uno sguardo o con un passaggio no look. Nel nostro cuore ed in tutti gli appuntamenti del Campionato del Napoli dalla A alla Z non possiamo esimerci dal dispensare parole d’amore per Insigne, Mertens e Callejon amici prima di compagni di squadra, uomini veri ancor prima di fuoriclasse, che insieme fanno davvero faville, divertendosi in campo e sudando sempre la maglia. A testa altissima, rigorosamente insieme.

L come Liverpool

Una particolare notizia di mercato si è fatta largo in questa settimana che ha preceduto il Campionato del Napoli dalla A alla Z: il Liverpool di Klopp avrebbe puntato Hirving Lozano (LA NOTIZIA). Ripetiamo con calma: sì, il Liverpool, Klopp, Lozano tutti nella stessa frase. Immagino già i tifosi messicani sghignazzare e dar vita ad un crowdfunding per incentivare la cessione ma una considerazione si fa ampiamente spazio in me: forse forse, gol compreso contro il Genoa, è proprio la conferma che non è poi così lontano dalle esigenze del Napoli e che possa dire ancora la sua. Ma forse, eh, non vi sbilanciate troppo nel dire che sia un ottimo calciatore! Ops, appena fatto.

M come Movimenti

Primo focus di una serie infinita su Rino Gattuso in questo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z ma seppur in panchina è stato lui uno dei protagonisti romantici del big match contro il Milan. Un gara che Ringhio ha accolto con un turbinio ancor maggiore di emozioni, preso come sempre dalla solita foga sportiva, telecomandando a distanza i suoi fino all’ultimo secondo. Le consuete grida ed i forti “Chucky vieni dentro” sono stati persino più frequenti dei fischi ed degli applausi fasulli del virtual audio. Leader. 

N come Nostalgia

Gara contro il Milan a parte, quanto sarebbe stato bello vedere Zlatan Ibrahimovic in azzurro (LEGGI L’INDISCREZIONE). Ne abbiamo spesso parlato nei mesi scorsi durante il Campionato del Napoli dalla A alla Z ma è rimasta soltanto una dolce utopia. Ce lo immaginavamo già con Ringhio a far tremare i muri di Castel Volturno, le panchine del San Paolo guardare i tifosi che criticano per un gol sbagliato come solo lui sa fare, ruggire, tenere sempre alto il morale ed alzare l’asticella ad un club che vuole e deve guardare necessariamente lontano. Mai dire mai. 

O come Omissione

Si è un po’ arrabbiato Ringhio nel post gara di Napoli-Milan. In primis, non vuole parlare di rigori ma del match dei suoi ragazzi anche se una cosa, giusto una piccola cosa ci tiene a precisarla: “Non voglio parlare dei rigori, dico solo che chi ha fatto calcio sa che le braccia non se le può tagliare, è assurdo. Non critico la nostra prestazione che è buona ma penso alle palle gol che non riusciamo a trasformare. Dobbiamo sfruttare la superiorità quando abbiamo le occasioni per segnare ed è per questo che sono arrabbiato” (LEGGI LE PAROLE). Standing ovation.

P come Parma

Ahimè, dolenti note per il Campionato del Napoli dalla A alla Z. La notizia che mai avremmo voluto dare è concreta: c’è un positivo al Covid-19 nel Parma ma non si tratta di un calciatore ma di un membro dello staff (I DETTAGLI). Un po’ di caos è lecito, così com’è quasi giusto che sia, con un quarantena soft e lo stop a tutta la squadra scongiurato, in attesa ovviamente dei tamponi di richiamo. Dita incrociate ed in bocca al lupo!

Q come Quasi amici

Affrontiamo come sempre anche momenti teneri e romantici in questo Campionato del Napoli dalla A alla Z. No, non parliamo di Ibra che urla in testa a tutti bensì di un rapporto stupendo di stima, rispetto ed amicizia che lega e sempre legherà due protagonisti di Napoli-Milan, che indossano adesso casacche diverse. Parliamo di Paolo Maldini e Rino Gattuso, che si sono ritrovati da avversari al San Paolo ed avvolti subito in un sentito abbraccio (GUARDA LE FOTO). Una chiacchierata in panchina ricordando i vecchi tempi ricchi di vittorie e trofei e via in campo, lì dov’è gara vera.

R come Riconferma

Indovinate cari amici del Campionato del Napoli dalla A alla Z chi ha parlato nel pre partita? Ovviamente il diesse azzurro Cristiano Giuntoli! E’ ormai consuetudine che faccia il punto sul mercato partenopeo. Focus questa volta sul rinnovo di Gattuso e sul futuro di Callejon: “Rino continuerà ad allenare da noi, Josè deve decidere cosa fare del suo futuro, abbiamo fatto la nostra proposta ed ora spetta a lui decidere” (LEGGI I DETTAGLI). Glaciale. 

S come Suggestione

Corsi e ricorsi storici più che mai in questo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z post Milan. Si è tanto parlato nelle scorse settimane di Milik promesso sposo della Juventus ed ecco lì l’indiscrezione che quasi speri ma non ti aspetti: sembra infatti che siano proprio i rossoneri ad aver fatto pressing per l’attaccante azzurro (LE ULTIME). E si sa, dei due mali dell’addio si sceglie sempre “quello minore”. Per il momento però veste l’azzurro ed è questo quello che conta.

T come Terrone

Bruttissimo episodio quello occorso nel pomeriggio di sabato, quando un tifoso del Napoli ha “istigato” il tecnico dell’Atalanta Gasperini ricevendo da un componente del suo staff una scia di discriminazione territoriale e razzismo. “Vattene terrone di m….”, con l’aggiunta di un aggettivo irripetibile nel nostro Campionato del Napoli dalla A alla Z ma che siamo certi abbiate già capito (GUARDA IL VIDEO) e per il quale ci sentiamo tutti offesi nel profondo. Una bruttissima pagina che poco ha a che vedere il calcio ma solo con la cattiveria e l’ignoranza, che dovrebbero essere stigmatizzate davvero da tutti, senza fare orecchie da mercante o persino tentare di giustificare.

U come Un dramma

Ha parlato nel post gara di Napoli-Milan anche Kalidou Koulibaly tra i migliori in campo, facendo eco allo sfogo del suo allenatore sulle regole dei penalty: “Le nuove regole? Difficile giudicare ma per noi difensori è un dramma, non puoi fare praticamente più niente in area di rigore, è un po’ difficile tenere d’occhio sempre tutto. Spero che il VAR possa aiutarci tutti in tal senso”. (LEGGI LE SUE PAROLE). Ieri ahimè però, non è stato così. (Semi) bocciati.

V come Volare

Volare, ooooh. Cantareee, oooh. Nel blu dipinto di blu, felice di stare lassù. Ce lo immaginiamo così Ringhio Gattuso mentre saltellava felice cantando una delle canzoni più famose di tutto il globo e cercando di recuperare a volo un pallone scodellato dai suoi. Inutile dire che in pochi minuti è diventato già un meme (GUARDA LE IMMAGINI), in tutta la sua semplicità ed il suo splendore atletico. Però, la dieta mediterranea non deve funzionare: per la pancetta che è emersa, forse a vincere sono pizze e mozzarelle made in Naples!

Z come Zombie

Ce li immaginiamo così i calciatori del Napoli, senza ormai una vita sociale, senza alcun pensiero al di fuori del tran tran del campionato. Perchè così come noi con le rubriche, non c’è mai sosta per questa serie A: mercoledì i partenopei riscenderanno in campo, questa volta alle 19.30 in trasferta contro il Bologna per preservare la zona Europa e dimostrare a Gattuso che si sa essere anche cinici e spietati sotto porta preparati Sinisa!

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + uno =