fbpx

La Stampa: Le parole del Ministro della Sanità spagnola

FOCUS-Champions League

Il Ministro della Sanità spagnola, Salvador Illa, sulla gara di domani: “Ci sono le garanzie per giocare”.

Domani è finalmente il grande giorno: alle ore 21.00 scenderanno in campo al Nou Camp, Barcellona e Napoli per sfidarsi negli ottavi di ritorno di Champions League. Nelle ultime settimane oltre al lato sportivo ha tenuto banco anche la difficile situazione sanitaria che la Catalogna e la Spagna stanno affrontando. I contagi giornalieri da Coronavirsus aumentavano ed aumentano a dismisura e la società partenopea aveva delle perplessità nel giocare la gara in terra catalana. Sulla questione si è espresso il Ministro della Sanità iberica Salvador Illa, in un’intervista al quotidiano piemontese “la Stampa”.

Questo il commento del politico spagnolo:  “Noi consideriamo che questa non sia una seconda ondata. Il virus non se n’è mai andato. E i dati degli altri Paesi europei lo dimostrano. In Spagna ci sono diversi focolai, il contagio è ripartito solo in alcune zone. In Catalogna e Aragona è stato necessario applicare misure più rigide di distanziamento sociale”.

Gaia Danese, console italiana in Spagna: “Massima sicurezza per tutti”.

Ieri, sull’ argomento, si era espressa anche la console italiana a Barcellona Gaia Lucilla Danese che in diretta su Radio Kiss Kiss Napoli aveva tranquillizzato tutti per la situazione in Spagna:  “Non c’è da preoccuparsi, il match si giocherà a porte chiuse e i giocatori vivranno in una specie di bolla, inoltre le loro condizioni di salute saranno costantemente monitorate. Chi entra nel Paese viene controllato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − tredici =