fbpx

Chiariello: “Devo chiedere scusa a Bigon”

Radio Punto Nuovo Chiariello
“Grazie a lui sono arrivati Mertens, Jorginho e Ghoulam

Il noto giornalista Umberto Chiariello ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni dell’emittente televisiva Canale 21 per parlare dell’operato di Riccardo Bigon (vecchio direttore sportivo del Napoli) e di Cristiano Giuntoli (attuale diesse azzurro). L’attenzione si sposta, poi, anche su alcune trattative di mercato.

Ecco quanto dichiarato da Chiariello:
Sull’operato di Giuntoli vado un po’ in difficoltà. Negli ultimi tempi l’ho un po’attaccato soprattutto dopo che l’anno scorso perse Veretout. Sapevo che il ds aveva preso il centrocampista francese, ma poi Ancelotti e la società azzurra non lo presero e andarono su Elmas. L’estate scorsa mi arrabbiai molto, per vincere lo scudetto parole di Ancelotti, non prendi Elmas che è un ragazzo forte ma che deve crescere. Giuntoli in uscita è molto bravo, ha piazzato molti giocatori con l’obbligo di riscatto.  Ad esempio Verdi, che si è rivelato un acquisto sbagliato, è riusciuto a rimpiazzarlo in modo interessante. Anche la percentuale di rivendita su Rog è stato un buon lavoro di Giuntoli che però non ha azzeccato tutti gli acquisti. Devo ricredermi su Bigon, si anche lui sbagliò qualcosa ma mi sento di scusarmi col vecchio ds. Bigon infatti ha portato: Mertens, Jorginho e Ghoulam; invece Giuntoli si industria ma poi deve fare i conti con De Laurentiis e Chiavelli.
“Oggi si dovrebe sbloccare la famosa trattativa per Milik. Visto che su Hysaj ci sono buone possibilità che Giuffredi riesca ad ottenere un nuovo accordo, è probabile che il solo Maksimovic resti come problema aperto. Sistemato Milik alla Roma, se Koulibaly resta al Napoli, visto che l’esterno è un falso problema, deve sbolognare Llorente. Il Napoli deve concentrarsi a centrocampo, per trovare quel famoso centrocampista che dia qualità e quantità. Con Lozano che può dimostrare di valere tanto, ecco che il Napoli si presenta ai nastri di partenza più forte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto − otto =