fbpx

Le Pillole del Campionato del Napoli – Osimhen entra e travolge, poi ci pensano Mertens ed Insigne: buona la prima contro il Parma

Dries Mertens - Firma

Le Pillole del Campionato del Napoli ci gettano inconsapevolmente in una nuova, intensa, lunga ed entusiasmante stagione partenopea

Chi ben comincia è a metà dell’opera, recita un vecchio adagio e ben lo sanno gli azzurri che ieri nel lunch match contro il Parma al Tardini, hanno faticato fino al 63′ per sbloccare il risultato (LE PAROLE DI GATTUSO). Il solito Mertens ed Insigne hanno apposto la firma alla prima vittoria stagionale, regalando sorrisi ed entusiasmo a tutto il gruppo ed all’ambiente. A cambiare la gara l’ingresso di Osimhen ma non solo: le dichiarazioni dei protagonisti, i progetti, le indiscrezioni e le novità. Tutti i dettagli in un nuovo appuntamento delle Pillole del Campionato del Napoli!

La carica dei mille

Grazie Ministro Spadafora, finalmente ha riportato i tifosi allo stadio! Mille fortunatissimi ieri hanno presenziato al match del Tardini per la prima di campionato (LEGGI I DETTAGLI). Chissà come avranno fatto ad accaparrarsi il prezioso tagliando, si pensava. In pochi minuti poi, ogni dubbio è stato fugato: dato il pochissimo tempo per organizzare la prevendita, si è proceduto per inviti agli sponsor che hanno comunque sostenuto la società di casa anche durante il duro periodo della pandemia. Supporter sparuti un po’ di qua ed un po’ di là sugli spalti ma al contempo molto calorosi, bambini felicissimi per la domenica allo stadio ma che hanno preso letteralmente sonno verso il 20′. E c’è persino qualche coraggioso con la mascherina del Napoli che esulta al gol a distanza insieme a Dries Mertens. Stoici. 

…E passo il tempo bevendo caffè nero bollente

Noia, tanta, troppa, noia. Diciamocela tutta, il primo tempo di Parma-Napoli non è stato proprio all’altezza delle aspettative. Per fortuna la colazione era ancora un’idea vicina con la prima dose di caffè atto a svegliarci e concretizzare che finalmente alle 12.30 avrebbe giocato il Napoli. Verso le 12 ancora un’altra piccola dose di nettare scuro per le nostre inconsapevoli vene, pronte ad assumere le forme del divano, con tanto di aria condizionata e ragù a pappuliare sul fuoco.  Inizia il match e c’è Pezzella, tanto Pezzella, ovunque, in qualsiasi porzione del campo. Tutto il resto è noia, cantava Franco Califano ed ormai eravamo già rassegnati all’idea di uno scialbo 0-0 con le pillole del campionato del Napoli che si trasformano in rigorose nuove pillole platoniche di caffeina. Poi, il lampo: al 61′ entra Victor Osimhen ed è un’altra musica, così come conferma anche Insigne (LEGGI LE SUE PAROLE). Ma questa storia ve la raccontiamo alla pillola seguente!

Ma quando entra Osimhen?

Al fischio d’inizio del match di Parma ci siamo tutti posti delle domande, che trovano risposta nelle Pillole del campionato del Napoli. In primis perchè Insigne avesse in bocca il gagliardetto partenopeo donandolo poi agli avversari, ancora il criterio di distribuzione dei 1000 ingressi del Tardini e come mai Gattuso scelga sempre Ospina tra i pali. Ma c’è un quesito ricorrente nelle menti dei supporter sin dal 5′ di gioco: “ma quando entra Osimhen?” Eh sì, come sempre siamo schietti e possiamo dire con certezza che fosse lapalissiano quanto avrebbe fatto bene l’ingresso del neo numero 9 sul prato parmense. Non immaginavamo però in maniera così esplosiva: folate offensive, assist, giocate tecniche ed intelligenti, colpi da maestro aprendo gli spazi e sfiorando anche più volte la rete. Non per niente, solo due giri di lancette dopo, il Napoli passa in vantaggio, conquistando i complimenti di tifosi, addetti ai lavori e compagni (LEGGI LE PAROLE DI MERTENS). Predestinato.

Caldo e balletti

In questo nuovo appuntamento delle Pillole del campionato del Napoli non potevamo esimerci nel parlare di Dries Mertens. Passano gli anni, cambiano le casacche ma la musica soave di gol e marcature firmate Ciro resta la stessa, anzi, diventa sempre più bella e coinvolgente. La bellissima azione corale finalizzata dal belga ha sbloccato il risultato in un momento topico degli azzurri, lasciandosi alle spalle il deludente primo tempo. Sorrisi e festeggiamenti con l’immancabile balletto in onore di Tommaso Starace, seguito da Insigne ed Osimhen, già ambientato al meglio all’ombra del Vesuvio. Ma soprattutto, il Ciro nazionale nell’intervista post gara si è complimentato con squadra e compagni, caricando anche Petagna, subentrato nei minuti finali (LEGGI LE SUE PAROLE). Leader.

Non chiamatelo brocco

Torniamo un po’ indietro nelle Pillole del Campionato del Napoli rispetto alla vittoria di ieri contro il Parma per 2-0. In settimana infatti, ha parlato per la prima volta alla radio ufficiale partenopea Andrea Petagna, neo attaccante azzurro. Grandi ambizioni ed enorme carica per l’ex Spal ed Atalanta, onorato per il forte corteggiamento del club. Ed anche un chiarimento, dovuto a tanti supporter con le idee ancora confuse ed ostili: “Sono 4-5 anni che gioco tutte le partite in Serie A, ho segnato 30 gol negli ultimi due anni e la maglia del Napoli l’ho conquistata: conosco le mie qualità e non vedo l’ora di cominciare” (LEGGI LE SUE PAROLE). Ed anche noi con te, Andrea!

Il triangolo no, non l’avevo considerato

Dulcis in fundo anzi, amare Pillole del campionato del Napoli rigorosamente alla fine. E’ stato un bel week end con la vittoria degli azzurri all’esordio ma ci sono ancora due annose questioni legate al mercato. La più intricata è quella che riguarda il noto triangolo tra Arek Milik, la Roma e Dzeko, un matrimonio che non s’ha da fare. Molti cavilli ancora da risolvere tra i quali multe, cause, diritti d’immagine e visite mediche (LEGGI LE ULTIMISSIME) con persino la Roma che ha divulgato ieri un comunicato ufficiale in merito all’operazione di mercato. Dzeko aspetta così come Koulibaly, tentato dalle sirene inglesi e parigine ma che, forse, potrebbe restare un altro anno in azzurro. Dita incrociate e buona settimana azzurra, alla prossima!

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + tredici =