fbpx

Chiariello: “Caso Suarez? Non posso credere che la Juve sia innocente in questa situazione”

RPN – Chiariello: “Caso Suarez? Non posso credere che la Juve sia innocente in questa situazione”

RPN – Chiariello: “Caso Suarez? Non posso credere che la Juve sia innocente in questa situazione”

Ai microfoni di Radio Punto Nuovo Sport è intervenuto il giornalista Umberto Chiariello per fare luce sulla questione Suarez. Secondo quanto ha accertato un’inchiesta della Guardia di Finanza e della Procura di Perugia, sarebbero state commesse delle irregolarità nello svolgimento della prova d’italiano del Pistolero ai fini del riconoscimento della cittadinanza italiana. Queste le osservazioni di Chiariello a Radio Punto Nuovo:

Caso Suarez? Non ci sto. Non è possibile che accada una faccenda del genere sotto gli occhi di tutti, approfittando della buona fede delle persone che vengono meno al loro dovere. Un professore, tifoso della Juventus, fa passare un esame ad un giocatore che guadagna una cifra vicina ai 10 milioni. Non posso pensare che la Juventus sia innocente in questa situazione. Se è vero quanto detto dalla Gazzetta, tre giorni fa, che la Juventus ha organizzato l’esame a Suarez, c’è un corto circuito, qualcosa che non funziona“.

Luis Suarez, intanto, non risulta coinvolto nell’inchiesta. Mentre ci sono la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia Giuliana Grego Bolli e il direttore generale Simone Olivieri tra gli indagati per l’esame “pilotato” del Pistolero. Ma non è finita qui perché con loro finisce nel registro degli indagati anche la direttrice del Centro per la valutazione e certificazione linguistica dell’ateneo Stefania Spina. L’esame è stato finalizzato alla procedura per l’ottenimento della cittadinanza italiana da parte del calciatore ma non ancora concessa (come invece scritto inizialmente).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 11 =