fbpx

Emergenza Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 26 settembre: 1.869 nuovi casi e 17 morti

Coronavirus

Emergenza Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 26 settembre: 1.869 nuovi casi e 17 morti

Emergenza Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 26 settembre: 1.869 nuovi casi e 17 morti

La situazione di emergenza sanitaria rimane critica in Italia. Il bollettino della Protezione Civile odierna registra un incremento di nuovi casi pari a 1.869 con 17 morti.

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 308.104 persone (+1.869 rispetto a ieri, +0,6%; ieri +1.920) hanno contratto il virus Sars-CoV-2 . Di queste, 35.818 sono decedute (+17, +0,1%; ieri +20) e sono state dimesse 223.693 (+977, +0,4%; ieri +954). Attualmente i soggetti positivi dei quali si ha certezza sono 48.593 (+875, +1,8%; ieri +938); il conto sale a 308.104 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia.

I tamponi sono stati 104.387 (2.882 in meno rispetto a ieri che erano stati 107.269).

I pazienti ricoverati con sintomi sono 2.746 (+9, +0,3%; ieri +6), di cui 247 in terapia intensiva (+3, +1,2%; ieri -2).

I dati sono riportati dall’edizione odierna del “Corriere della Sera“.

La situazione in Campania

Il Coronavirus in Campania sta alternando tra alti e bassi i suoi valori quotidiani. Oggi, 26/9, sono stati conteggiati 274 positivi Covid in più su 6104 tamponi effettuati. Sono questi i primi numeri che emergono nella giornata che prevede nuovamente l’uso delle mascherine anche all’aperto. Nel frattempo l’Unità di Crisi Regionale, per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da COVID-19, ha elaborato una proiezione della situazione.

Si paventa lo spettro di una nuova chiusura

In sintesi se entro il 21 ottobre non si abbasserà la progressione di contagi in Campania, avremo +5.000 infetti Covid sul territorio che risulterebbe essere un picco di difficile gestione. Inoltre ci sarebbe un’impennata degli ospedalizzati che passerebbero dai circa 370 totali di oggi a oltre 500. Il presidente De Luca ha disposto, subito dopo la sua rielezione, l’obbligo di mascherina in strada in Campania. Contestualmente ha, a più riprese, minacciato: “se continua così chiudo di nuovo tutto“! Ciò significherebbe una nuova ipotesi lockdown per tutta la regione, ovvero ad un blocco della mobilità tra la Campania e le altre regioni e all’obbligo di quarantena e tampone per chi viene da fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + 17 =