fbpx

La trattoria “Nennella” chiude per la positività al CoVid di due dipendenti

La trattoria “Nennella” ha chiuso perché due dipendenti sono risultati positivi al tampone per il CoVid- 19. Lo ha comunicato il titolare Ciro Vitiello su Facebook

La trattoria “Nennella” ha chiuso perché due dipendenti sono risultati positivi al tampone per il CoVid- 19. Lo ha comunicato il titolare Ciro Vitiello su Facebook

“Nennella” , trattoria folkloristica napoletana, ha chiuso per le rigide normative anti Coronavirus. Infatti due dipendenti sono risultati positivi al tampone per il CoVid.

La trattoria ha ospitato, in diverse circostanze, le dirette di CasaNapoli.net. La redazione fa gli auguri di pronta guarigione ai due dipendenti dello staff e di pronta riapertura per il locale.

Di seguito il messaggio sul profilo Facebook:

“Buongiorno a tutti.
La trattoria Nennella, chiusa a causa di 2 dipendenti positivi al COVID-19, ci tiene a precisare che:
Nel rispetto delle nuove normative, ci stiamo adoperando a contattare quanti più clienti e a far sapere a quante più persone la positività dei nostri collaboratori.

Nei mesi precedenti i controlli sono stati serratissimi tanto che da noi i vigili sono venuti 4-5 volte controllando che tutte le disposizioni governative fossero correttamente messe in opera, trovandoci sempre in ordine con le norme.
Non neghiamo che all’esterno del locale si crei fila, ed assembramenti, che abbiamo provato il più possibile a contenere, assumendo personale che si occupasse di misurazione temperatura, presa di documento e distanziamento, pur non essendo quest’ultimo di nostra competenza.

Lavorare a queste condizioni è stato difficile e sicuramente qualche mancanza ci sarà stata, ma nel rispetto delle vittime (che abbiamo avuto , purtroppo, anche in famiglia) abbiamo provato a fare il massimo per essere corretti e civili nei confronti di tutti.
Auguriamo una pronta guarigione ai nostri due collaboratori … tornerete più forti e allegri di prima… la famiglia Nennella vi è vicina anche se lontana
#graziediesistere”

Di seguito il post su Facebook:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + dodici =