fbpx

CdS: Per Koulibaly l’addio al Napoli non era prioritario

Koulibaly

Addio Koulibaly, per il giocatore non era prioritario. Spunta un retroscena con il suo agente.

Per Koulibaly l’addio al Napoli non era prioritario.

La possibile cessione di Koulibaly ha monopolizzato, insieme al caso Milik, il calcio mercato del Napoli. Si è letto tanto: prima le due squadre di Manchester poi il Paris St. Germain, tutte sul gigante senegalese. Sembrava che il Napoli senza la cessione del suo difensore non potesse fare mercato.

Invece il K2 è rimasto a Napoli per la felicità di Gattuso e della tifoseria: nessun club europeo ha convinto ADL a cedere.

Il quotidiano “il Corriere dello Sport”, nella sua edizione odierna, svela anche un importante retroscena sul numero 26 azzurro.

Kalidou Koulibaly, a differenza di Allan (finito all’ Everton, ndr) e di Arek Milik, non ha mai spinto per lasciare il club partenopeo, anzi.

All’ alba della nuova stagione l’ agente del calciatore ex Genk, Fali Ramadani, aveva incontrato anche il patron azzurro Aurelio De Laurentiis a Capri. Motivo dell’ incontro: la volontà del classe 91 di prolungare il proprio contratto con il Napoli, con ritocco verso l’ alto dell’ ingaggio.

Motivo questo che avvalora, in effetti, la tesi circa la volontà del difensore centrale di non forzare la cessione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 1 =