fbpx

Marte Sport Live- Enrico Fedele: “Juventus-Napoli? Ci sarà 3-0 a tavolino, non si vuole creare un precedente”

Enrico Fedele marte sport live Televomero

Enrico Fedele, ex dirigente sportivo e attualmente opinionista, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte durante “Marte Sport Live”

Enrico Fedele, ex dirigente sportivo e attualmente opinionista, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte durante “Marte Sport Live”

Queste le sue parole:

Nel momento in cui la partita si dovesse rimandare, com’è giusto e come una qualsiasi persona di buonsenso farebbe, si crea un precedente. E domani l’ASL di Milano può impedire di far giocare il Derby. Il protocollo è una legge domestica che non ha senso di esistere ma il campionato deve andare avanti e per farlo bisogna salvaguardarlo. Ci sarà il 3-0 con il punto di penalizzazione. Gli elementi prodotti dal Napoli? Non potranno avere il sopravvento, io però mi auguro di sbagliare. Il Napoli e la Juventus potevano mettersi d’accordo per rinviare la gara e la Lega poteva dire no.

Non si discute che ci sia una causa di forza maggiore oggettiva. Se l’ASL giustamente riceve autorità per mettere tutti in quarantena, il protocollo è carta straccia. Quindi questo precedente può capitare domani, tra un mese, tra 20 giorni. E questa situazione renderà sempre l’ASL padrona di fare quello che vuole. Se questo protocollo – anche se fatto male – deve andare avanti, bisogna stare qualche mese ancora così. Oggi una legge nuova ancora non c’è. Di conseguenza non si può creare un precedente. Oggi la cosa importante è mandare avanti il campionato. Se a un certo punto non si può, non si va avanti.

Si andrebbe a creare un precedente che le altre ASL potrebbero interpretare in maniera diversa a livello di comportamenti. Il Napoli ha grande varietà nella rosa. A differenza di altri, comprese Juventus e Inter, ha una varietà di attacco che è spaventosa perché può giocare con un calciatore di profondità, con uno che lega il gioco, con l’intervento delle mezzali. Ha messo anche la protezione davanti alla difesa, che dovrebbe metterci nelle condizioni importanti di subire meno reti. Se lo farà, potrà stare nei primi posti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 10 =