fbpx

Napoli – Atalanta 4-1, Gattuso a Sky: “Preparato bene la gara, a Torino volevamo esserci”

Rino Gattuso - Napoli

Napoli – Atalanta 4-1, Gattuso a Sky: “Preparato bene la gara, a Torino volevamo esserci”

Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky nel post-partita di Napoli – Atalanta 4-1. Tra gli altri argomenti, ha confermato la volontà sua e della squadra di voler giocare la partita contro la Juventus.

Mister, si aspettava un risultato così rotondo?
“No, perchè so che tipo di squadra è l’Atalanta. Ma abbiamo preparato bene la gara, siamo riusciti a creare molte occasioni di 4 contro 4 in attacco. Osimhen ci dà una grande mano con la sua determinazione e capacità di attaccare la palla. Ma l’Atalanta è una squadra in grado di vincere il campionato. Chiunque altro avrebbe potuto prendere un’imbarcata, invece loro hanno riaperto la partita.”

Oggi abbiamo assistito a una svolta, per le vostre ambizioni?
“E’ presto per dirlo. Combattiamo anche contro il Covid e dobbiamo fare gli scongiuri che non succeda nulla. Stiamo adottando un modulo nuovo e ancora dobbiamo migliorare su alcuni aspetti. Tutto deve andare per il verso giusto per certe ambizioni. Sono contento per Osimhen e per Lozano, che ci aveva fatto vincere già a Parma. Quest’anno abbiamo qualche alternativa in più, sono contento per tutti i nuovi, incluso Bakayoko.”

Non abbiamo mai visto gli esterni dell’Atalanta essere così poco incisivi.
“Noi andiamo sempre a coprire il primo palo, c’era bisogno del rientro dell’attaccante esterno e spesso l’hanno fatto bene. Abbiamo assorbito bene gli esterni dell’Atalanta, con il raddoppio dell’attaccante esterno e il lavoro dei terzini.”

E’ un peccato non aver giocato a Torino?
“Io ho rosicato, sono quello più incazzato per non essere partito. Loro sono un cantiere aperto e io avevo la sensazione che potevamo giocarcela tranquillamente. La partita l’avevamo preparata allo stesso modo, con Demme al posto di Bakayoko. Sono arrabbiato con chi non ci ha fatto partire. Alle 18:55 eravamo sul pullman e devo anche sentir dire che noi non volevamo giocare. Avrei voluto perdere 3-0 sul campo, nel caso. Quando ho parlato con la società mi è stato detto che si andava a giocare, poi non sono io a decidere.”

Oggi abbiamo visto un asse Koulibaly-Bakayoko-Osimhen con forza, velocità e leadership.
“Penso che Koulibaly sia impressionante, ha tutto. Per le sue qualità sbaglia ancora troppo tecnicamente perchè si complica la vita. Ma è un difensore completo. Bakayoko è un giocatore forte, che ha una tecnica particolare, ti salta con il primo controllo. Se sta sul pezzo ti manda fuori giri con le leve lunghe, specialmente nel centrocampo a due. Ha caratteristiche uniche. Osimhen è un giocatore per il quale devo ringraziare Giuntoli e il presidente. Io ne sono innamorato, ti fa reparto da solo anche se ancora non è un vero goleador.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − sedici =