fbpx

Ilbianconero.com: Agnelli inchioda ADL, l’ sms incriminato

Agnelli smaschera il collega ADL con un sms.

Agnelli inchioda ADL, l’ sms incriminato.

Dopo la bella e travolgente vittoria di ieri del Napoli contro l’ Atalanta, Aurelio De Laurentiis aveva lanciato via Twitter una frecciatina alla Juve, dopo le polemiche sulla “partita fantasma” del 4 ottobre scorso (il club azzurro sta preparando il ricorso, ndr). Anche Gattuso ha messo il suo nel dopo partita (“Io volevo andare a Torino, me la sarei giocata”, ndr)

Ecco il messaggio del patron partenopeo sul proprio profilo social dopo il 4-1 di ieri: “Grandissimo Napoli! Che peccato non aver potuto incontrare la Juve a Torino”.

Da Torino però non ci stanno e pungolano ancora il Napoli. Sul portale di informazione sportiva juventino “ilbianconero.com” arriva alle frecciatine arrivate dal capoluogo campano:

“La vittoria con l’Atalanta non ha spazzato via le polemiche di Juventus-Napoli: semmai, le ha amplificate. Il Napoli è stato sbugiardato. Senza troppi preamboli, cosa sostiene Gattuso? Che, fosse dipeso da lui, sarebbe partito immediatamente per Torino e avrebbe lasciato decretare al campo Juve-Napoli. Legittimo credergli, non foss’altro per il personaggio e per ciò che rappresenta: soprattutto quando si espone.

Poi Gattuso parla di pullman, di preparativi, della squadra pronta a partire nonostante le voci sulla possibile – e accertata – assenza fossero già molteplici ore prima della decisione finale. Cos’è successo, in quel frangente? Quando e chi ha deciso sulla mancata partenza del Napoli? Le parole di Gattuso sembrano andare allora in una direzione più precisa: vuoi vedere che il suo messaggio sia invece diretto alla stessa società che rappresenta? Difficile, ma non impossibile. Anche perché sarebbe scorretto dire che De Laurentiis, quella partita, voleva giocarla. Testimone chiave è Andrea Agnelli, che sul telefono conserva per nulla gelosamente l’sms del patron azzurro: gli ha chiesto di spostare la gara, e questo è assolutamente un fatto”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + sedici =