fbpx

Pelè a Maradona: “Ti voglio bene Diego”

Pelè e Maradona

Pelè a Maradona: “Ti voglio bene Diego”

Struggente la lettera che Pelè ha voluto scrivere a Diego Armando Maradona, suo amico, antagonista nel mondo del calcio.

Pelè e Maradona…Campioni nel mondo

E’ dalla fine degli anni settanta che questi 2 campioni sono stati sempre messi a confronto e spesso sono stati in combutta tra loro per chi fosse stato il miglior giocatore del secolo scorso.

Oggi la “Perla Nera”, alla veneranda età di 80 anni, ha voluto dedicare un bellissimo messaggio all’eterno rivale Diego Armando Maradona, scomparso lo scorso 25 novembre.

Pelè ha voluto scrivere a Diego tramite Instagram

Pelè ha voluto ricordare su Instagram l’amico ed eterno rivale sul campo, ad una settimana dalla sua scomparsa, a Buenos Aires, in Argentina, dove stava trascorrendo il periodo di convalescenza dopo l’intervento chirurgico alla testa di qualche settimana fa.

Parole d’amore ricche di significato per il campione argentino, ma anche monito per chi legge:

“Sono già passati sette giorni da quando sei partito. Molta gente amava paragonarci, è stato così per una vita. Tu sei stato un genio che ha incantato il mondo, un mago con il pallone tra i piedi. Una vera leggenda. Ma prima di tutto, per me, tu sarai sempre un grande amico, con un cuore ancora più grande. Oggi il mondo sarebbe molto migliore se potessimo fare meno paragoni gli uni con gli altri e invece passassimo più tempo ad ammirarci di più, gli uni con gli altri. Per questo voglio dirti che tu sei incomparabile. La tua traiettoria è sempre stata caratterizzata dall’onestà. Hai sempre dichiarato ai quattro venti ciò che amavi e ciò che detestavi. E questo tuo modo particolare insegna che dobbiamo amare e dire ‘ti amo’ molte più volte. La tua dipartita così rapida non mi ha lasciato dire, allora lo scrivo: io ti voglio bene, Diego. Mio grande amico, grazie per le nostre giornate. Un giorno, lassù in cielo, giocheremo nella stessa squadra. E sarà la prima volta che darò un pugno all’aria non per commemorare un gol ma per poterti dare ancora un abbraccio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 2 =