fbpx

Le Pillole del campionato del Napoli – I tiri sbilenchi del calabrone Mario Rui, l’allarme covid e l’ennesima sconfitta in un weekend da dimenticare

Le pillole del campionato del Napoli, anche questa settimana, dovrebbero aiutare il fegato dei tifosi azzurri a sopravvivere anche in quei sabato proprio da dimenticare

Ancora una sconfitta rimediata dagli azzurri, questa volta per mano di un Genoa cinico e tonico, con la squadra di Gattuso che, nonostante il risultato, ha persino giocato con maggior ritmo rispetto al recente passato. La doppietta di Pandev ha fatto riemergere ancora tutti i limiti del periodo, sempre più complesso tra infortuni, polemiche e le positività al covid. Tutti i dettagli in questo nuovo appuntamento delle pillole del campionato del Napoli!

Allarme cluster

Iniziamo queste nuove pillole del campionato del Napoli in ordine cronologico. Dopo la gara di andata di Coppa Italia contro l’Atalanta, una doppia notizia arrivata a poca distanza l’una dall’altra, ha scosso tutto l’ambiente azzurro. Da due tornate di tamponi, sono risultati positivi al covid prima Faouzi Ghoulam e poi Kalidou Koulibaly (I DETTAGLI). La paura cluster era alle porte, oltre ovviamente il consueto mainagioia nell’aver perso il pilastro della difesa proprio nelle settimane cruciali per il futuro dei partenopei. Ed anche un’altra considerazione: possibile che queste cose succedano sempre a ridosso del match contro il Genoa? Per fortuna, almeno per ora, nessun altro positivo. “Solo” Manolas infortunato (IL VERDETTO).

L’ex che non esulta

Cari amici delle pillole del campionato del Napoli, immaginavamo che contro il Genoa potesse essere una gara difficile, complessa, conoscendo bene lo stato di forma dell’avversaria, rivitalizzata dalla cura Ballardini. Ma forse mai e poi mai avremmo immaginato la splendida doppietta in avvio dell’ex azzurro Goran Pandev, una bella doccia fredda nel freddo umido di Marassi. Soli 26 minuti per dare una bella lezione di garra, carattere, cinismo, professionalità ed esperienza all’undici di Gattuso, famelico nel concretizzare i due scivoloni della difesa avversaria. Un grande rispetto nel non esultare e nel ricordare con affetto l’avventura all’ombra del Vesuvio (LE SUE PAROLE) e regola dell’ex che si rinnova. Social scatenati (GUARDA LE FOTO) ed in campo tutto da rifare.

Effetto domino

Gira il karma in alcune partite come Atalanta-Torino mentre in altre, come quella di Marassi, anche la fortuna non vuole proprio sorridere. Pali, traverse, rigore negato nel finale: anche il tanto amato ed invocato 4-3-3 ha abbandonato ogni solidità difensiva, mietendo vittime ed infortuni. Nulla da fare: cambiano gli interpreti nella ripresa con la consueta girandola di sostituzioni di Gattuso ma il copione proprio non muta. Lozano e Politano ancora migliori in campo, con l’ex Inter che pennella ancora una volta una traiettoria vincente, superando un indomito Perin. Ma anche questo non basta. Prestazione con maggiore ritmo degli azzurri ed arrivano infatti anche i complimenti di Gattuso (LEGGI LE PAROLE). I fegati  dei tifosi però, continuano ad ingrossarsi e neanche le pillole del campionato del Napoli possono fare qualcosa.

Il calabrone

Amici delle pillole del campionato del Napoli, conoscete la storia del calabrone? Secondo alcuni autorevoli testi scientifici, questo simpatico e colorato vespide non potrebbe volare, a causa della forma e del peso del proprio corpo in rapporto alla superficie alare. Tuttavia, il calabrone non lo sa e sfida ogni legge fisica continuando a destreggiarsi in aria. Una bellissima metafora di vita sul superare i propri limiti e forse, è proprio questo lo spirito guida del nostro Mario Rui. Per struttura fisica, l’amabile e fumantino terzino, non potrebbe andare al tiro eppure ogni volta, ad intervalli di circa 5 minuti ci riprova, con scarsissimi risultati.  Insomma, tutti vorremmo avere la sua tenacia, l’ha detto anche il collega Gambardella e comprendiamo al contempo la disperazione di Zielinski che lo innesca, trovandoselo sempre nei pressi. Ma niente paura: per fortuna, come capita spesso nella vita, ogni teoria può essere smentita e c’è ancora qualcuno che crede in lui. E’ il mio migliore amico Ciro, che ieri lo ha persino comprato all’asta di riparazione del fantacalcio. E che adesso, ovviamente, non è più il mio migliore amico. Scherzo, eh: forza Mario, segna per Ciro! 

Panchina che scotta

Impossibile non parlare anche in questo nuovo appuntamento delle pillole del campionato del Napoli, della spada di Damocle che pende ormai da tempo sulla panchina azzurra. Da un lato la percezione di rimanere costantemente in bilico tra la sopravvivenza ed una lenta agonia, dall’altro una bollente brace che scuote il rapporto tra Gattuso e De Laurentiis. Due ipotesi al momento al vaglio: attendere i prossimi big match e tirare le somme tra 7 giorni: nel caso di scossa necessaria, la stessa può arrivare soltanto con il cambio di allenatore (LE VOCI). Seconda ed ottimistica ipotesi: febbraio si rivela ricco di soddisfazioni e si continua insieme (LE ULTIMISSIME) tutti uniti fino a scadenza, per evitare così anche l’annosa questione di un traghettatore. Niente male, fatto sta che l’epilogo sembra essere comunque lo stesso.

Febbraio

Siamo ormai arrivati al termine di questo lungo ed impervio viaggio tra calabroni, ex in gol non festanti, panchine bollenti che traballano, gioie che scarseggiano ed un futuro sempre più incerto. In primis, cercate di tenere tranquilli i fegati per questa lunga settimana: si inizierà già da mercoledì, con il return match di Coppa Italia a Bergamo contro l’Atalanta (I DETTAGLI). Sfoderate cornetti, sale grosso, le magliette portafortuna: servirà davvero tutto. Poi, come se non bastasse, a ridosso del giorno di San Valentino, il superclassico Napoli-Juventus. Perchè l’amore non è bello se non è litigarello e soprattutto, s’adda suffrì. In qualunque caso, saremo qui, a sfogarci o gioire insieme, tenete duro! Alla prossima delle pillole del campionato del Napoli!

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + quindici =