fbpx

Bucciantini a Sky: “Il Napoli ha fatto il massimo, Muriel ha dominato”

Marco Bucciantini a Radio CRC

Il giornalista Marco Bucciantini ha commentato ai microfoni di Sky Sport la sconfitta del Napoli a Bergamo


Ecco le parole di Bucciantini
“Il Napoli ha fatto la migliore partita che poteva fare. La squadra di Gattuso ha sofferto tanto così come la Juve. In campo ho visto una bella lotta e un uomo che volava, Luis Muriel, il colombiano ha davvero dominato da solo

Atalanta – Napoli: l’analisi della Gazzetta dello Sport

“L’Atalanta stavolta non si fa distrarre dalla Champions e dal pensiero della sfida contro il Real Madrid di mercoledì: perché la Champions dell’anno prossimo è altrettanto importante e questa è una vittoria che può pesare tanto. Il Napoli ha fatto il massimo, vista l’emergenza totale, e ha creato all’Atalanta i brividi che poteva. Ma il brivido più grande è stato a pochi minuti dalla fine, quando – dopo un contrasto con Romero – Victor Osimhen è caduto a terra e ha battuto violentemente la nuca. Il nigeriano ha lasciato il campo in barella, privo di sensi, e ha ripreso conoscenza solo in ambulanza, durante il trasporto verso l’Ospedale Papa Giovanni…….”

“La partita “esplode” nella ripresa”

“sei gol, continui capovolgimenti di fronte, grazie al coraggio del Napoli, che nonostante le difficoltà ribatte colpo su colpo praticamente fino alla fine. Grande protagonista Muriel, che al 7’ inizia il suo show con un cross disegnato per la testa di Zapata.

Sei minuti dopo, la replica del Napoli: cross di Politano a tagliare la difesa nerazzurra per l’inserimento di Zielinski, che sbuca alle spalle di De Roon e incrocia il tiro dell’1-1. Altri sei minuti e Muriel slalomeggia grazie anche a un rimpallo favorevole e serve Zapata che vede l’inserimento di Gosens: 2-1, ma il Napoli non si arrende.

Insigne costringe Gollini a una parata non facile di piede, Muriel approfitta di una palla persa da Bakayoko e ubriaca Rrahmani per il 3-1, Gosens con un autogol su pallone spiovente in area (ancora di Politano) rimette ancora in corsa la squadra di Gattuso.

Che si arrende solo al 34’: corner velenoso di Muriel (toh…), spizzata di testa di Djimsiti e correzione vincente di Romero. Poi la paura finale per Osimhen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + due =